/ Altre notizie

Che tempo fa

Cerca nel web

Altre notizie | venerdì 17 febbraio 2017, 14:54

Carnavalier a Nizza: a gran voce si chiede una scuola per imparare i segreti di un mestiere pieno di fascino

C’è chi progetta, chi modella, chi realizza le strutture, chi si occupa dei colori. Altri seguono i meccanismi, le luci, gli effetti speciali: è un lavoro di squadra che coinvolge da generazione le famiglie di Carnavalier

Il mestiere di Carnavalier non è sicuramente facile, né comodo, ma è bellissimo e richiede tanta passione. A Nizza sono molte le persone coinvolte nella preparazione del carnevale: lavorano per molti mesi.

C’è chi progetta, chi modella, chi realizza le strutture, chi si occupa dei colori. Altri seguono i meccanismi, le luci, gli effetti speciali: è un lavoro di squadra che coinvolge da generazione le famiglie di Carnavalier.

Sono anche molti i giovani che vengono reclutati, per stages e per piccoli lavori. Ora, a gran voce, si chiede di far nascere una scuola per diventare Carnavalier.

Un posto nel quale apprendere i segreti che consentono di creare, anno dopo anno, carri sempre nuovi ed anche per raccogliere memorie, ricordi, bozzetti per far nascere un vero e proprio museo del Carnevale di Nizza. Perché la tradizione non si perda, perché si prepari una nuova generazione di persone in grado di realizzare carri sempre più intriganti. Un mestiere che non termina con l’ultimo giorno di carnevale: dopo il 25 febbraio, ad esempio, i carri che stanno sfilando a Nizza viaggeranno alla volta della Cina…anchè là, nei capannoni a dare gli ultimi ritocchi, vi saranno dei Carnavalier nizzardi.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore