/ Altre notizie

Altre notizie | mercoledì 22 febbraio 2017, 10:00

Genova e Marsiglia rilanciano l’accordo di collaborazione

Così come strettamente legata alla cantieristica marittima è anche La Ciotat, cittadina di 40 mila abitanti dell’area metropolitana di Marsiglia

“È attraverso il rapporto tra città, ultimi terminali di raccordo con i cittadini, che si può costruire questa Europa che ancora sembra così lontana.” Ad affermarlo è l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Genova Emanuele Piazza, che insieme al responsabile della direzione Marketing della città, turismo e relazioni internazionali Cesare Torre, nei giorni scorsi ha partecipato a un incontro con il Sindaco di Marsiglia Patric Borrè, presso il Conseil Départemental des Bouches-du-Rhône, e ha visitato i cantieri navali di La Ciotat.

E appunto perché i rapporti vanno stretti tra città affini, dalle vocazioni comuni, la volontà è quella di rafforzare le relazioni internazionali tra Genova e Marsiglia, attraverso un protocollo di lavoro congiunto, che sarà firmato in occasione della ormai consolidata Fiera di Marsiglia e di Bonjour Provence, nel prossimo autunno. Si tratta di una collaborazione basata su tre temi principali: la promozione turistico-commerciale, la formazione giovanile e la progettazione europea.

“La promozione dei rispettivi territori prevede uno scambio di visite da parte dei giornalisti della stampa specializzata e di quella locale e dei tour operator –spiega Piazza- e uno scambio commerciale in quei settori che sono di comune interesse.” Inoltre, trattandosi di due città mediterranee, “che fanno dell’economia portuale, con il sistema porto, il sistema turistico, delle crociere, dei traghetti e delle merci, un elemento fondamentale della propria economia, la volontà è quella di attuare scambi formativi per i giovani, in particolare per gli studenti degli istituti professionali e delle Facoltà universitarie legati alle discipline dell’economia del mare.”

Così come strettamente legata alla cantieristica marittima è anche La Ciotat, cittadina di 40 mila abitanti dell’area metropolitana di Marsiglia. “È stata una visita interessante per individuare caratteristiche vincenti e un modello gestionale da poter esportare qui, dove già abbiamo una delle leadership mondiali per i grandi yacht, ma dove si deve implementare il sistema delle marine, dell’attrattiva turistica, e della qualità ambientale.” I tre cantieri navali di La Ciotat, infatti, specializzati in refitting, cioè manutenzione dei grandi yacht, “si trovano in un contesto ambientale molto bello, con due marine –conclude Piazza-, e sono il frutto di un’operazione di riqualificazione su cui si può riflettere, anche per il polo dell’area del Blue Print, sia in tema di riparazioni navali, ma anche di modalità di gestione, basata sulla compartecipazione pubblico-privato.”

E infine, dal momento che tema di fondo dell’incontro è anche quello della cooperazione tra Genova e Marsiglia nell’ambito dei progetti europei, la volontà è quella di collaborare anche grazie al fatto che il capoluogo ligure, secondo le recenti statistiche del Politecnico di Milano, risulta essere tra le città italiane più virtuose nel reperimento di fondi.

Medea Garrone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore