/ Altre notizie

Che tempo fa

Newsletter

Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati personali secondo le norme vigenti.

Cerca nel web

Altre notizie | martedì 18 aprile 2017, 16:36

Social Media e Fake News: se ne parla a Milano

Già nel 2015 l’ American Press Institute, in una ricerca svolta in collaborazione con The Associated Press, parlava di un 88% dei Millennials che ‘ sa cosa accade nel mondo attraverso Facebook’

Partiamo da alcuni dati: nel luglio 2016 il prestigioso Pew Research Center diffuse un’ analisi sulla fruizione delle informazioni da parte degli Statunitensi, le cui statistiche confermano che un sonoro 81% degli Americani intervistati si informava, totalmente o in parte, attraverso i social network. Già nel 2015 l’ American Press Institute, in una ricerca svolta in collaborazione con The Associated Press, parlava di un 88% dei Millennials che ‘ sa cosa accade nel mondo attraverso Facebook’ .

E nel resto del mondo? Secondo il Digital News Report pubblicato dal Reuters Institute for the Study of Journalism (Risj) nel giugno 2016, su un campione statisticamente rilevante di 50mila persone di 26 paesi nel mondo, i social network sono una fonte di notizie su base settimanale per oltre il 50% degli intervistati. D’ altra parte, i social media hanno giocato un ruolo determinante sia in occasione del referendum inglese sulla Brexit, sia nelle elezioni statunitensi che hanno portato Trump alla presidenza, eppure nessuno strumento di rilevazione tradizionale è stato in grado di captare le sollecitazioni e le indicazioni del web

.Di fronte a dati simili è evidente che Facebook sia ormai diventato centrale nella distribuzione delle informazioni, pur non essendo un editore e declinando, di fatto, ogni responsabilità sui contenuti che gli utenti vi condividono. E sappiamo tutti benissimo quanto le notizie false, allarmistiche, polemiche, tendenziose, populiste, trovino terreno fertile fra i cliccatori della rete

. “L’ ho letto su Facebook, quindi deve essere vero”: quanto vi riconoscete in questa affermazione? O quanto riconoscete qualcuno dei vostri contatti, reali o virtuali che siano? Siamo davvero arrivati al punto in cui gli utenti si fidano ciecamente di ciò che circola sui social network grazie alle actions dei loro contatti, piuttostoche cercare di approfondire e appurare la veridicità di talune informazioni? I grandi player stanno cercando di implementare misure per arginare il fenomeno fake news e hoaxes, ma quanto saranno efficaci?

La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione al link smmdayit.it/social-media-fake-news

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore