/ Nizza

Che tempo fa

Cerca nel web

Nizza | venerdì 14 luglio 2017, 15:00

Gli 86 galets sono giunti sulle cime dell’ Himalaya, depositati sul tetto del mondo, per ricordare che la donna e l’uomo guardano in alto, verso il futuro, verso l’immenso

Ogni galet porta scritto, da parte dei ragazzini di una scuola nizzarda, il nome di una delle vittime e, proprio oggi, nel primo anniversario della strage, hanno terminato il loro viaggio tra le nevi dello Stok Kangri

Gli 86 galets giunti sull'Himalaya, foto di J. Leclerc twitter

I galets, 86 galets, come sono state 86 le vittime dell’attentato sulla Promenade des Anglais, hanno lasciato il sole e il mare delle spiagge di Nizza ed ora sono stati depositati sul tetto del mondo, sul massiccio dell’ Himalaya, a 6153 metri di altezza.

Ogni galet porta scritto, da parte dei ragazzini di una scuola nizzarda, il nome di una delle vittime e, proprio oggi, nel primo anniversario della strage, hanno terminato il loro viaggio tra le nevi dello Stok Kangri per ricordare, da uno dei punti più vicino al cielo al mondo, che la donna e l’uomo guardano in alto, verso il futuro, verso l’immenso e che chi pensa di cambiare le cose usando violenza, follia, sangue e morte non può scalfire la marcia di chi, invece, crede nell’umanità, nel rispetto, della voglia di vivere insieme, in pace.

Nella foto di Justine Leclercq, postata su Twitter, un momento del viaggio degli 86 galets verso le nevi eterne.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore