/ Altre notizie

Che tempo fa

Cerca nel web

Altre notizie | lunedì 13 novembre 2017, 07:00

Salute connessa: tre progetti premiati a Nizza nel corso di Neuroplanète

Geolocalizzazione dei senza tetto, canna per ipovedenti connessa col GPS e traduzione simultanea della lingua dei segni

Consegna del Prix Ville de Nice (copyright : Ville de Nice)

Aiutare la salute e la vita delle persone creando un legame forte tra salute e nuove tecnologie, questo l’obiettivo che hanno raggiunto tre progetti che sono stati premiati, a Nizza, nel corso di Neuroplanète, svoltosi al Centre Universitaire Méditerranéen.

Il Prix Ville de Nice è stato attribuito al progetto “Cocouv”: un gruppo composto da studenti nizzardi di Edhec e Epitech e da allievi infermieri, ha lavorato con Secours Populaire e ha progettato un sistema per aiutare  i senzatetto. L’applicazione consente di preservare la salute della persona, di controllare la sua temperatura corporea  e di geolocalizzarla per fornire aiuto  in caso di necessità. La squadra che ha ideato questo progetto ha ricevuto un premio di 5000 euro assegnato dal Comune di Nizza.

Il Prix Le Point è andato al progetto “Charly”. L’ équipe ha realizzato una canna bianca destinata a persone non vedenti o ipovedenti connessa al GPS. La canna consente di prevenire gli ostacoli attraverso un auricolare ed un sistema a vibrazione.

Il Prix DV Santé è stato attribuito al progetto “Thot”: si tratta di un’applicazione che viene in aiuto a quanti parlano con la lingua dei segni, mettendoli nella condizione dir farsi capire da quanti non la conoscono. Un sistema video riprende la persone mentre parla con la lingua dei segni e, in tempo reale, procede alla traduzione.      

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore