/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | lunedì 04 dicembre 2017, 13:00

Il Festival Printemps des Arts 2018 da Monaco fa tappa a Bordighera e Imperia

Vi sarà anche il workshop IANNIX di musica elettronica finalizzato a presentare un nuovo strumento informatico che associa la musica alle immagini si terrà dal 26 al 30 marzo.

Per il terzo anno consecutivo, il Festival Printemps des Arts di Monte-Carlo propone a scuole, conservatori e università italiane incontri destinati alla presentazione del festival monegasco e il cartellone 2018 in programma dal 16 marzo al 29 aprile. Il ciclo di incontri, tenuto da relatori, esperti di arte, musica e teatro, inizierà martedì 5 dicembre con due presentazioni rispettivamente a Bordighera all’Istituto Fermi Polo Montale e a Imperia all’Istituto Ruffini-Thomas Hanbury, per poi proseguire nei mesi di gennaio e febbraio in scuole medie inferiori e superiori e università della Liguria e in particolare della Riviera di Ponente.

L’intento è quello di far conoscere ai ragazzi il festival monegasco e al contempo incrementare il numero di giovani che si appassionano alla musica e al teatro. La chiave di lettura sarà quella di raccontare il festival come realtà produttiva oltre che come strumento per fare e diffondere cultura.

L’intento didattico e divulgativo è un aspetto cardine del festival: oltre ad un programma denso di spettacoli e concerti, vi saranno incontri con il pubblico, tavole rotonde, master class, inoltre giovani talenti, studenti delle scuole di musica e dei conservatori si esibiranno accanto a rinomati artisti di fama internazionale.

Gli incontri con le scuole e gli studenti si svolgeranno nell’ottica di offrire un'ampia gamma di contenuti, dagli aspetti artistici a quelli turistici e di valorizzazione del territorio (in particolare del Principato di Monaco e Monte-Carlo), per coinvolgere le classi in un viaggio nel segno della curiosità e per scoprire e condividere il fascino della musica.

 

L’edizione 2018, ospitata in sale da concerti e luoghi non convenzionali del Principato di Monaco e Monte-Carlo e della Costa Azzurra, spazia dalla musica americana di Charles Ives e di Morton Feldman al Monaco Music Forum che mescola con una vena di follia la musica con strumenti rari a giocolieri e fanfare; le chanson dei trovieri, straordinari poeti e musicisti contesi da tutte le corti del XIII secolo; il clarinetto in tutte le sue declinazioni; la danza con una nuova coreografia di Jean-Christophe Maillot, i Balletti di Monte-Carlo e la musica di Bruno Mantovani.

Tante le formazioni e gli artisti internazionali come l’Orchestre national de France, l’Orchestre philharmonie de Monte-Carlo, l’Orchestra of the Age of Enlightenment, il Quartetto Zemlinsky, la voci soavi e magnifiche del Coro della Radio lettone, il direttore d’orchestra Christian Arming, il mezzosoprano Isabelle Druet, la raffinata interprete italiana Alda Caiello e il pianista Bertrand Chamayou.

Le masterclass in composizione e clarinetto si terranno il 24 marzo (14.00-17.00) e il 7 aprile (10.00-13.00) rispettivamente con Yan Maresz e con Alain Damiens.

Vi sarà anche il workshop IANNIX di musica elettronica finalizzato a presentare un nuovo strumento informatico che associa la musica alle immagini si terrà dal 26 al 30 marzo.

 

Il prezzo dei biglietti per gruppi di studenti è di 8 euro.

 

Modalità di prenotazione e di acquisto dei biglietti:

12 avenue d’Ostende MC 98000 Monaco, tel +377 97983290 ; info@printempsdesarts.mc; www.printempsdesarts.mc

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore