/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | martedì 16 gennaio 2018, 07:00

L’ultima volta….

L’edizione 2018 del carnevale di Nizza sarà l’ultima ad essere organizzata dall’Ufficio del Turismo, poi la regia passerà al Comune di Nizza. Effetto di una legge di riordino. Allo studio la creazione della Maison du Carnaval

Quando la sera di sabato 3 marzo, intorno alle 23, il “Roi” del carnevale verrà incenerito su Place Massena, non si spegneranno solo le luci sull’edizione 2018 del Carnaval de Nice, ma anche sull’esperienza ventennale dell’Ufficio del Turismo che “passerà la mano”.

Dal 2019 sarà direttamente il comune di Nizza ad occuparsi dell’organizzazione della festa emblematica di tutta la Costa Azzurra, con un forte richiamo di turisti ed un’immensa ricaduta economica sul territorio.

Effetto dell’applicazione di una legge di riforma sugli uffici turistici che, in presenza di città metropolitane, debbono estendere la propria giurisdizione su tutto il territorio ed occuparsi di accoglienza e di promozione. Sono molti gli uffici turistici che esistono sul territorio della Métropole Nice Côte d'Azur, sia sulla costa, sia nell’arrière pays (Cagnes-sur-Mer, Auron, Isola, Beaulieu, Saint-Jean-CapFerrat): a partire dal 2019 la Loi Maptam sulle città metropolitane francesi produrrà una loro fusione ed una modifica della loro attività.

La città di Nizza assumerà, pertanto, direttamente la gestione del Carnevale, così come del Villaggio di Natale, e, per organizzare al meglio una manifestazione determinante per l’economia del territorio, ha avviato le procedure per l’individuazione della società alla quale affidare alcuni compiti ritenuti strategici per l’organizzazione della manifestazione, tra questo uno studio comparativo con i maggiori carnevali al mondo, proposte innovative, idee per rendere ancora più dinamico il carnevale, valutazioni sul budget necessario, valutazione dei punti forti e delle carenze , proposte per accrescerne la notorietà e il richiamo.

Un’altra idea, inoltre, si sta facendo strada, la cui realizzazione è attesa da anni. Si sta valutando la vendita dei due grandi edifici, posti in Rue Richelmi e in Rue de Verany dove nascono, rispettivamente, i carri carnevaleschi e quelli della battaglia dei fiori e, con il ricavato, creare la Maison du Carnaval nella Halle Spada, che si trova poco distante dal Paillon e dalla Route de Turin. In questa nuova sede troverebbe ospitalità non solo l’officina dove realizzare i carri, ma anche un museo del Carnevale con l’esposizione di tanti reperti che, in questo momento, sono custoditi nei magazzini.    

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore