/ Business

Business | sabato 10 marzo 2018, 18:54

Mutui casa online: analizziamo le soluzioni proposte dalle banche

Si fa presto a dire mutuo. Molti non sanno, infatti, che esistono una moltitudine incredibile di prodotti bancari riconducibili a questo nome.

Si fa presto a dire mutuo. Molti non sanno, infatti, che esistono una moltitudine incredibile di prodotti bancari riconducibili a questo nome. Alcuni sono più diffusi, altri meno, ma conoscerli è fondamentale per sapere quale sia il miglior strumento finanziario per far fronte alle proprie esigenze.

Cerchiamo quindi di fare un po di chiarezza analizzando le diverse tipologie di mutui casa così da comprenderne le differenze e gli scopi per cui sono stati progettati.

I mutui agevolati INPDAP

Con i mutui agevolati si possono ottenere mutui molto convenienti. Con il termine mutuo agevolato si intende infatti quella particolare forma di mutuo che viene erogato a condizioni agevolate: tasso di interesse molto basso, spese ridotte o annullate, possibilità di ottenere una parte del finanziamento a fondo perduto, cioè senza necessità di restituire il capitale. Grazie alla convenzione con l'INPDAP, i dipendenti e i pensionati pubblici o statali possono richiedere mutui agevolati recandosi presso uno qualsiasi degli sportelli e compilando gli appositi moduli. Il mutuo agevolato INPDAP verrà erogato secondo le tabelle attuali al momento della richiesta.

Mutui agevolati per disabili

Grazie ai frequenti bandi proposti dalle varie regioni, i disabili e i portatori di handicap possono usufruire di mutui agevolati con abbattimento del tasso di interesse se finalizzati all'acquisto di attrezzatura o strumentazioni necessarie per il miglioramento delle condizioni di vita del disabile. Attualmente i bandi aperti sono in: regione Lazio, regione Lombardia, regione Sicilia, regione Sardegna, regione Veneto, regione Campania, regione Piemonte.

Mutui agevolati per l'agricoltura

L'agricoltura è un'attività imprenditoriale spesso trascurata sotto diverse forme, anche se fornisce al genere umano un sostentamento importante e sano. Spesso però le regioni, le province e lo Stato stesso promuovono bandi finalizzati al sostentamento delle attività agricole e quindi vengono destinati fondi a fondo perduto così come mutui e finanziamenti agevolati per aiutare il sostentamento e lo sviluppo dell'agricoltura in Italia.

Mutui edilizi per privati

La definizione di mutuo edilizio è questa: mutuo finalizzato in particolar modo al finanziamento della costruzione dell'abitazione principale. Viene erogato a privati e imprese, ed è altrimenti detto a stato avanzamento lavori. Con stato avanzamento lavori si intende quella modalità di erogazione che prevede che, sulla base di una cifra totale prestabilita (che può arrivare anche al 100% del valore dell'immobile finito) vengano concordate alcune tranche che consentano di coprire i costi di costruzione man mano che la costruzione avanza: se vengono stabilite tre rate, per esempio, potrà esserci un'erogazione al completamento del primo solaio, una alla posa del tetto, una alla chiusura dei lavori.

In questo modo la banca, che eroga la somma a fronte di un'ipoteca su un'immobile che ancora non esiste, si tutela dal fatto che l'esposizione avvenga a fronte di lavori eseguiti. Rispetto al mutuo fondiario, che prevede l'erogazione di una somma di denaro senza che questa sia finalizzata a un acquisto in particolare, i mutui edilizi vengono erogati esclusivamente per costruire la casa.

Mutuo edilizio INPDAP

Nel caso di dipendenti pubblici e privati, il mutuo edilizio può essere richiesto in convenzione INPDAP: si potrà in questo modo godere di tutti i benefici garantiti da questo importante ente previdenziale italiano.

Banche eroganti

I mutui edilizi sono erogati da un gran numero di banche presenti sul territorio italiano: citiamo a titolo di esempio MPS, BNL, Unicredit, Intesa San Paolo, Che Banca.

Mutuo ipotecario: definizione e finalità

Il mutuo ipotecario è il classico mutuo che si accende quando si compra casa. In particolare, il mutuo ipotecario è quel mutuo finalizzato all'acquisto di un bene immobile che funge anche da garanzia per il mutuo stesso attraverso l'iscrizione di un'ipoteca. La differenza rispetto al mutuo fondiario consiste nel fatto che il mutuo ipotecario prevede l'iscrizione sullo stesso bene oggetto dell'acquisto, mentre il mutuo fondiario prevede l'iscrizione di un'ipoteca a fronte dell'erogazione di una cifra finalizzata all'ottenimento di liquidità, e quindi non all'acquisto del bene immobile stesso.

Nel caso di mutuo ipotecario viene normalmente erogata una somma che va dal 70 al 100% del valore del bene immobile. Nel caso del mutuo fondiario la somma erogata si aggira intorno al 50% del valore del bene.

Tasso fisso e tasso variabile

Il mutuo ipotecario può essere erogato sia a tasso fisso che a tasso variabile, oppure a tasso misto. Si prevede anche la formula con capo (tetto massimo) oppure la rata costante con la durata variabile. C'è l'imbarazzo della scelta.

Cattivi pagatori, protestati e aziende

Considerato che viene iscritta un'ipoteca su un bene, e che quindi la banca finanziatrice è garantita nel caso in cui non vengano pagate le rate del mutuo, il mutuo ipotecario può essere erogato anche a protestati e cattivi pagatori, previa sanatoria della posizione che prevede il pagamento dei debiti arretrati e la cancellazione dagli appositi registri gestiti dal CRIF. Anche le aziende possono accendere un mutuo ipotecario, nel caso di acquisto di beni immobili strumentali all'attività dell'impresa.

Mutuo agrario, fondiario e ipotecario

Il mutuo agrario è una particolare tipologia di mutuo destinato all’acquisto di aziende agricole, terreni agricoli o immobili destinati all’attività agricola (stalle, magazzini agrari, capannoni agricoli). Si differenzia rispetto al mutuo fondiario in quanto il fondiario è finalizzato all'ottenimento di una cifra per qualsiasi finalità, purchè supportata da un'ipoteca su un'immobile, con l'erogazione di una cifra che arriva normalmente fino al 50% del valore dell'immobile stesso.

Differisce dal mutuo ipotecario in quanto quest'ultimo è finalizzato all'acquisto o alla ristrutturazione di un immobile, e la somma è erogata a fronte di un'ipoteca sull'immobile stesso, per importi che arrivano anche al 100% del valore. Alcune banche alle quali rivolgersi: BNL, Unicredit, MPS.

Allevamento, agroindustria, tutela ambientale

E’ possibile utilizzare questo strumento per qualsiasi necessità finanziaria nel settore dell’agricoltura, allevamento, agroindustria o i servizi agrituristici e di tutela ambientale. Questi finanziamenti possono essere erogati a tasso fisso o variabile, con durata che può arrivare fino ai 30 anni nel caso in cui il richiedente sia un giovane di età inferiore ai 40 anni.

Estinzione anticipata, penale, ipoteca

L’estinzione anticipata è garantita previo pagamento della penale concordata. Dal punto di vista delle garanzie viene normalmente richiesta l’ipoteca sul bene acquistato, o eventualmente la fidejussione di un garante.

Il mutuo energetico

Grazie alla diminuzione del prezzo dei pannelli solari e al contemporanemo mantenimento del livello degli incentivi offerti da GSE (conto energia), risulta oggi molto conveniente installare un impianto solare fotovoltaico. Per approcciare correttamente la spesa, la strategia più consigliata è quella di accendere un mutuo energia, che si paghi da solo attraverso i contributi mensilmente incassati. Installato nella corretta posizione, un impianto a pannelli fotovoltaici si paga in circa 6-7 anni: va da sé che un mutuo in 10 anni consente di coprire completamente la spesa senza subire problemi di liquidità dovuti all'iniziale esborso di denaro.

Le offerte più convenienti

Diverse banche oggi offrono mutui a sostegno dell'investimento in pannelli solari: si faccia riferimento, a titolo di esempio, a Unicredit, MPS, Intesa San Paolo, BNL, Banca Etica. Ognuno di questi istituti bancari propone dei mutui convenienti e di sicuro interesse: essendo l'investimento praticamente garantito da GSE, i tassi di questi finanziamenti sono molto bassi.

Mutui fotovoltaici al 100%

Nel caso non si voglia anticipare nessuna somma di denaro, è possibile finanziare il 100% dell'investimento aumentando un po' la durata del mutuo e pagando totalmente le rate grazie al contributo GSE 

Cos'è il mutuo chirografario? Definizione

I mutui chirografari sono una particolare tipologia di mutuo che ha la caratteristica principale di non avere altre garanzie se non l'impegno personale alla restituzione del soggetto richiedente (chirografo). I tassi applicati ai mutuo chirografario sono quelli di mercato: non ci sono costi superiori dovuti alla mancanza di garanzia reale. Questi strumenti sono spesso utilizzati dalle Aziende e dalle Imprese per l'accesso al credito.

Fotovoltaico per Privati e Aziende

I mutui chirografari vengono rilasciati a privati e aziende che vogliono installare un nuovo impianto fotovoltaico: la garanzia dell'incasso dell'incentivo GSE è infatti spesso sufficiente per la banca per non richiedere garanzie aggiuntive per erogare la somma necessaria all'acquisto e alla messa in funzione dei pannelli fotovoltaici.

Banche eroganti

I mutui chirografari sono normalmente rilasciati da tutte le banche, senza particolare distinzione. E' infatti una tipologia di mutuo molto diffusa e un prodotto molto consolidato, quindi non sarà difficile ottenere informazioni. A titolo di esempio, ci si può rivolgere ad istituti quali Unicredit, BNL, BCC, MPS, Intesa San Paolo.

Mutuo lavoratori atipici

Finalmente, rispetto al passato, i lavoratori atipici possono accedere a diverse formule di mutuo studiate appositamente per loro: si tratta di mutui costruiti partendo dal presupposto che il reddito di questo tipo di lavoratore non è certo come quello di un dipendente a tempo indeterminato e che prevedono di adattarsi alle mutate condizioni economiche del soggetto richiedente. In particolare, danno la possibilità di sospendere le rate per un periodo predefinito oppure di ridurre o aumentare le rate a seconda del reddito percepito.

Mutuo lavoratori a tempo determinato

Così come succede per i lavoratori atipici, anche i dipendenti a tempo determinato possono ottenere mutui preconfezionati sulla loro condizione lavorativa. Anche in questo caso, possono esserci mutui con la possibilità di sospensione della rata (anche fino a 12 mesi) oppure mutui che diano la possibilità di modificare l'importo pagato mensilmente a seconda dell'aumentare o del diminuire del reddito.

Mutuo lavoratori a tempo indeterminato

I dipendenti a tempo indeterminato sono i più fortunati:possono ottenere tutti i mutui proposti in quanto la busta paga è oggi una delle garanzie preferite dalla banca. Le condizioni economiche saranno più convenienti rispetto a quelle dei lavoratori atipici o a tempo determinato e la procedura di approvazione del mutuo sarà più veloce e rapida.

Mutuo per consolidamento debiti e liquidità

Il mutuo per il consolidamento dei debiti è una particolare forma tecnica di mutuo che consente di ottenere una somma sufficiente a coprire tutti (o almeno alcuni) i finanziamenti aperti fino ad un particolare momento con l'obiettivo di chiuderli e di ottenere, eventualmente, una cifra ulteriore per far fronte con serenità ai troppi impegni ed imprevisti che spesso succedono nella vita delle persone.

Cattivi pagatori e protestati

I mutui consolidamento debiti possono essere richiesti anche da protestati e cattivi pagatori: l'erogazione sarà probabilmente effettuata a seguito della bonifica della propria posizione, con il saldo delle vecchie rate e la cancellazione dal registro, ma successivamente, presentando le dovute garanzie, protestati e cattivi pagatori potranno tranquillamente accendere il mutuo.

Banche

Il mutuo per consolidamento viene erogato da diversi istituti bancari presenti sul mercato: BLN, Unicredit, MPS, Intesa San Paolo sono solo alcuni esempi.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore