/ Sport

Sport | domenica 18 marzo 2018, 15:45

Davanti a milioni di spettatori cinesi, il Paris Saint Germain s’impone a Nizza

Una bella partita, combattuta e corretta, decisa da Dani Alves negli ultimi minuti. Rivère lascia la Presidenza? La delusione di Balotelli per la mancata convocazione in Nazionale

Nizza - Paris Saint Germain, una fase di gioco (foto tratta dal sito dell'OGC Nice)

Niente da fare per il Nizza, nonostante un bell’incontro disputato  all’Allianz Riviera con il Paris Saint Germain davanti a svariati milioni di telespettatori cinesi.

La gara è stata bella, intensa, con i padroni di casa che non hanno affatto demeritato: passato per prima in vantaggio al 17° con Saint Maximin, i rossoneri si sono visti imporre il pari, appena quattro minuti dopo, da Di Maria. All’82 la rete definitiva di Dani Alves che regala i tre punti al Paris Saint Germain.

Una festa di sport, nonostante il risultato, vissuta con estrema sportività da entrambe le formazioni (un solo ammonito, Verratti) decise ad onorare il torneo ed anche ad offrire un grande spettacolo ad un pubblico d’eccezione, quale era quello collegato in prima serata dalla Cina.

Nella giornata, che ha inaugurato gli incontri all’ora di pranzo anche in Francia, giunge peraltro la notizia, rilanciata dal Journal du Dimanche, del possibile addio, a fine torneo, da parte del presidente del Nizza Jean-Pierre Rivère che è azionista di minoranza della società. L’interessato non ha smentito la notizia, si è limitato ad assicurare che preparerà la propria successione che comunque  non avverrà in modo affrettato e repentino.

La società è controllata da una cordata cino-americana che detiene l’80% delle quote. Per la successione di Rivère si fa il  nome di  Damien Comolli, consigliere di Paul Conway, uno dei soci di maggioranza.

Chi non ha preso bene la domenica di festa è stato Mario Balotelli che, dopo essere stato messo in preallarme, attendeva la selezione da parte della Nazionale italiana. La punta rossonera, che sta disputando un eccellente campionato, teneva particolarmente alla convocazione in azzurro, anche in previsione dell’amichevole fra la Francia e l’Italia che si disputerà a Nizza alla vigilia dei mondiali di calcio e che sarebbe coincisa col probabile addio di Super Mario ai tifosi rossoneri .

Numerose le critiche per la mancata convocazione sono apparse sulla stampa francese che attribuisce la decisione anche alle polemiche dei giorni scorsi esplose tra Balotelli e il neo senatore della Lega  Toni Iwobi. In quella circostanza Mario Balotelli su Instagram aveva postato questa frase:” Forse sono cieco io o forse non gliel’hanno detto ancora che è nero. Ma vergogna!!!"

Adesso la squadra avrà una settimana di respiro, in attesa della trasferta a Troyes la domenica di Pasqua.  

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore