/ Altre notizie

Altre notizie | sabato 14 aprile 2018, 11:30

Lo sapevi che l’Aloe Arborescens è la specie botanica più pregiata al mondo? Studi e ricerche suffragano questa tesi

L'Aloe arborescens, annoverata nella lista di piante medicinali redatta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, è da tempo oggetto di interesse e di studio per le molteplici proprietà cosmetiche e medicinali imputabili a composti presenti nelle foglie.

Ultimamente stiamo assistendo ad un aumento dell'interesse sia scientifico che popolare verso molecole di origine vegetale, dotate di proprietà medicinali. L'Aloe arborescens, annoverata nella lista di piante medicinali redatta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, è da tempo oggetto di interesse e di studio per le molteplici proprietà cosmetiche e medicinali imputabili a composti presenti nelle foglie.

L'Aloe è una pianta fanerogama angiosperma, appartenente alla classe delle Monocotiledoni. Il genere Aloe si colloca nell'ordine delle Liliales, famiglia Liliaceae. Questa famiglia, conta piante succulente, spesso ornitofile, produttrici di resine e sostanze amare. Attualmente l'utilizzo farmacologico dell'Aloe è finalizzato principalmente all'ottenimento di due prodotti distinti per la loro composizione chimica e per le loro proprietà terapeutiche: il succo, amaro e giallastro e il gel, incolore. Il succo è particolarmente ricco in antrachinoni che hanno effetti anti-infiammatori, aumentano i movimenti peristaltici della muscolatura intestinale e impediscono anche al colon di riassorbire l'acqua. Il gel, incolore, ricco di polisaccaridi ed enzimi, è utilizzato per il trattamento di patologie cutanee (ustioni, ferite, psoriasi) e per il confezionamento di cosmetici grazie alle sue proprietà emollienti. Questi due prodotti sono ottenuti da due differenti tessuti specializzati della foglia: il succo dalle cellule pericicliche, il gel dalle cellule del parenchima.

 

Data la consistenza filamentosa presente nell'alborescens, il gel si presta a rivestire la parete dello stomaco e dell'intestino, svolgendo un effetto gastroprotettore e potenziando la capacità di assorbimento delle sostanze nutritive e di espulsione delle tossine. Inoltre influenza il sistema immunitario dell'uomo aumentandone le difese contro microrganismi patogeni. Le proprietà immunostimolanti sono imputabili soprattutto all'acemannano, un composto in grado di esplicare un'attività germicida, battericida e antifungina. Sono presenti inoltre sostanze nutritive di vario tipo, come vitamine, sali minerali, aminoacidi, acidi organici, fosfolipidi, enzimi, saponine e lignine. Tra le vitamine idrosolubili presenti nella pianta si distinguono quelle del gruppo B (B1,B2,B3, B6, B12) e la vitamina C; tra quelle liposolubili la A, la D e la E. Inoltre, contiene molti tipi di sali minerali, tutti essenziali per l'organismo umano come: ferro, cromo, calcio, fosforo, magnesio, manganese, potassio, rame, sodio e zinco. Sono poi presenti, gli aminoacidi fenilalanina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, treonina e valina considerati essenziali per l'uomo. Tra le proprietà benefiche dell'Aloe arborescens c'è anche quella di favorire la cicatrizzazione delle ferite velocizzando il processo, senza avere alcun tipo di effetto tossico. La pianta è ampiamente utilizzata anche come terapia per le ustioni. Se ciò che hai letto non ti basta e desideri approfondire ulteriormente l'argomento ti rimandiamo al seguente link: https://www.aloeghignone.com/.

Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore