/ Politica

Politica | mercoledì 13 giugno 2018, 09:00

Monaco e Sant'Egidio: un accordo che può cambiare la difficile situazione europea per quanto riguarda l'immigrazione

Firma di un accordo fra il Governo Principesco e Sant'Egidio in favore dei rifugiati

Firma dell'accordo fra Monaco e Sant'Egidio

Mercoledì 30 maggio 2018, Gilles Tonelli, Ministro degli Affari Esteri monegasco e Marco Impagliazzo, Presidente della Comunità di Sant'Egidio, hanno firmato un accordo in favore del programma "Corridoi umanitari" per l'accoglienza dei rifugiati in Italia, soprattutto per quanto riguarda quelli provenienti dal Libano, Paese prioritario per la Cooperazione Monegasca.

Il contributo di 50000 euro del Governo Principesco permetterà di aiutare nei prossimi quattro anni Sant'Egidio e le organizzazioni a lui associate a operare i loro interventi in favore dei rifugiati. Il protocollo firmato agisce in particolare per soccorrere le persone più vulnerabili (vittime di torture o di violenze, famiglie con figli, donne sole, persone anziane e malate o persone diversamente abili) perché possano essere accolte per motivi umanitari. La collaborazione con Sant'Egidio è il risultato di un'attenzione particolare del Principato verso i migranti e i rifugiati. "Uno dei più piccoli Stati d'Europa è sempre attento al rispetto dei diritti dell'uomo ed è dalla parte di coloro che sono costretti a lasciare i loro Paesi a causa della guerra", ha dichiarato Gilles Tonelli.

Tra il 2015 e il 2017, circa 80000 rifugiati hanno beneficiato di un appoggio diretto della Cooperazione monegasca nel campo della sanità, dell'alimentazione, dell'educazione e del lavoro. Con l'aiuto delle autorità francesi, di una ONG monegasca e sotto l'egida dell'Haut-Commissariat aux Réfugiés (HCR), il Principato accoglie nel suo territorio una cinquantina di famiglie di rifugiati, assicurando loro delle condizioni di inserimento nella società ottimali.

CS

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore