/ Sport

Sport | martedì 19 giugno 2018, 06:46

Francesco Curinga si è esibito ad Ospedaletti insieme a tanti ex campioni

Lo storico circuito sanremese ha visto sfilare moto ed auto da competizione del passato

Lo storico circuito sanremese ha visto sfilare moto ed auto da competizione del passato

Si è svolta domenica dieci giugno, all’insegna del bel tempo, la sesta Rievocazione Storica del Circuito di Ospedaletti, che ha visto affluire sul circuito dove si sono svolte manifestazioni anche a carattere internazionale, una marea di appassionati.

Oltre alle moto, sullo storica tracciato sanremese hanno gareggiato, nel periodo dal 1947 al 1952, anche le auto da corsa per cui, in questa occasione, gli Organizzatori hanno deciso di fare scendere in pista anche le vetture che avevano calcato l’asfalto ligure.

E’ stato tutto un susseguirsi di batterie, iniziate alle 8,30 e concluse solamente alle diciotto, in cui si sono alternate le vecchie moto, da corsa e non, le auto e le moto più recenti, con le quali hanno sfilato piloti del recente passato ed altri ancora in attività.

Tra questi ultimi non poteva sicuramente mancare, data la vicinanza a casa, del badalucchese Francesco Curinga, che si è esibito in sella alla Honda CBR 600 RR della Bianco Moto Cuneo, portando i colori del Bemar Racing Team, insieme a numerosi ex campioni, tra i quali Freddie Spencer, Carlos Checa, Pier Paolo Bianchi, Eugenio Lazzarini, Carlos Lavado, Remo Venturi, Paolo Casoli, Regis Laconi  e tantissimi altri.

“E’ sempre piacevole intervenire a questa importantissima manifestazione, così ho accettato l’invito degli organizzatori, in quanto ho la possibilità di esibirmi davanti ai miei tifosi e di ringraziare gli sponsor locali – ha esclamato Francesco Curinga -. Il tracciato, con i suoi saliscendi ed il lungo rettilineo è molto piacevole ed impegnativo e mi ricorda un po’, seppure in piccolo, il tracciato dell’Isola di Man, che mi vedrà nuovamente tra i protagonisti nella seconda metà di luglio. Ne approfitto anche per ringraziare gli sponsor principali: Bemar Raging Team, Bianco Moto, Honda, HRC, Buscafer, Gastaldi Rudi Impresa Edile, Fortec e Vernicenter, senza i quali non avrei potuto realizzare i miei sogni”.

Ad Ospedaletti Francesco Curinga ha anche esposto la carena con i nomi dei tanti amici e fan che lo hanno sostenuto nell’edizione 2017 del Manx GP dell’Isola di Man, lanciando nuovamente l’appello per avere il loro supporto in questa nuova avventura.

Dario Malabocchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore