/ Business

Business | venerdì 13 luglio 2018, 09:31

Prima corsa per il Cuneo-Ventimiglia-Nizza: in tanti alla stazione di Cuneo per salutare la ripartenza, arrivo a Ventimiglia alle 10.30 (Foto e Video)

Presenti anche l'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco, salito a Fossano alle 7.25, e il sindaco di Cuneo Federico Borgna. Il primo treno non è stato il 'solito' Minuetto, ma un Jazz.

Prima corsa per il Cuneo-Ventimiglia-Nizza: in tanti alla stazione di Cuneo per salutare la ripartenza, arrivo a Ventimiglia alle 10.30 (Foto e Video)

E' ripartito alle 7.25 da Fossano, con tappa a Cuneo alle 7.50 e arrivo previsto a Ventimiglia alle 10.27. Proprio al capolinea è prevista una conferenza stampa per fare il punto sulla nuova vita della linea ferroviaria internazionale Cuneo-Ventimiglia-Nizza, finalmente riaperta dopo i lunghi lavori di mezza in sicurezza della linea sulla tratta francese.

I lavori erano iniziati, sul versante francese, dal 4 settembre 2017. Si prevedeva terminassero il 28 aprile 2018. Così non è stato e la ripartenza è arrivata solo oggi, 13 luglio. Sono stati interessati 47 chilometri di binari, hanno lavorato 250 operai per un costo di 29milioni di euro finanziati dal Governo Italiano. La soietà ferroviaria francese SNCF ha investito, per suo conto, 2 milioni di euro. 

Sul convoglio, questa mattina, l'assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco e il sindaco di Cuneo, presidente della Provincia, Federico Borgna, oltre a tanti appassionati di questa linea storica e straordinaria dal punto di vista ingegneristico. In stazione i membri del Comitato in difesa delle ferrovie locali, che celebrano questa giornata ma non abbasseranno la guardia, perché tanto c'è ancora da fare per rendere davvero fruibile la linea.

L'assessore Balocco"Continueremo a lavorare su questa linea, adesso a Breil si cambia convoglio, così come dobbiamo lavorare sulla velocità. Con l'elettrificazione si potrebbero usare treni ad assetto variabile, che consentirebbero una maggiore velocità in curva e di abbattere, finalmente, i tempi di percorrenza".

Una curiosità: il convoglio partito stamattina alla volta di Ventimiglia era un Jazz e non il "solito" Minuetto. Il Jazz può trasportare un numero maggiore di persone ma, d'inverno, è meno "prestante" in caso di neve.

Barbara Simonelli e Cristina Mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore