/ Ambiente

Ambiente | lunedì 06 agosto 2018, 09:00

Cannes: pulizia e sicurezza sono di priorità per il benessere di cittadini e turisti

Molte le iniziative intraprese dal comune della città

David Lisnard salutaun agente a un posto di soccorso ph Mairie de Cannes

David Lisnard salutaun agente a un posto di soccorso ph Mairie de Cannes

Destinazione amata dai turisti di tutto il mondo, fortemente frequentata quest’estate, Cannes vuole essere all’altezza della sua reputazione con un’accoglienza e delle prestazioni di grandi qualità. La preoccupazione permanente del sindaco di Cannes David Lisnard, sono la pulizia e la sicurezza, elementi chiave per una buona riuscita della stagione estiva. Anche il Comune di Cannes ottimizza i suoi processi e mobilita tutte le proprie forze per rispondere alle legittime esigenze dei visitatori e degli abitanti in materia: gli agenti municipali si attivano giorno e notte per far si che le strade della città e le spiagge siano sempre più pulite e sicure.

Con 15 km di litorale, di cui circa 8 km di spiaggia sabbiosa, la città di Cannes dispone di un lungomare invitante composto da spiagge private (tra cui la spiaggia Macé in zona municipale) sul 20% del litorale e l’80% di spiagge pubbliche, che ne fanno una delle principali stazioni balneari francesi. La buona tenuta di queste spiagge è essenziale perché gli abitanti e i visitatori (più di 2 milioni all’anno) continuino a frequentarle e perché restino un luogo d’attrattiva. A causa della pressione demografica (in estate il triplo della popolazione della città) la ritenzione della sicurezza e la lotta contro l’inciviltà sono ugualmente indispensabili affinchè i turisti passino il loro soggiorno in buone condizioni.

 

Le misure prese dal Comune per migliorare la sicurezza sono: l’istituzione di una brigata municipale della polizia per un controllo delle spiagge più capillare, l’installazione di nuove 8 postazioni di soccorso lungo la spiaggia.

Per quanto riguarda la pulizia invece i provvedimenti sono i seguenti: l’assegnazione di 13 Pavillons Bleu per altrettante spiagge della città, l’istituzione di 18 punti di prelievo dell’acqua, la raccolta giornaliera dei rifiuti in spiaggia e la pulizia in mare, che comprende la presenza di attrezzature per eliminare l’inquinamento da idrocarburi, un robot rivoluzionario per pulire il Porto Canto e un intervento mirato in acqua dopo i fuochi d’artificio. Inoltre il Comune propone un programma di sensibilizzazione per cittadini e turisti e intensifica i controlli degli stabilimenti alimentari, condotti dal servizio dell’Igiene e da operatori specializzati della Direzione Dipartimentale della Protezione dall’Inquinamento (DDPP).

 

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore