/ Business

Business | lunedì 06 agosto 2018, 19:57

Gli 8 errori da non commettere in campeggio

Una scelta economica e avventurosa, ben lontana dai resort di lusso o dai villaggi vacanze, perfetta per chi vuole stabilire un contatto senza filtri con la natura

Vacanze in campeggio? Una scelta economica e avventurosa, ben lontana dai resort di lusso o dai villaggi vacanze, perfetta per chi vuole stabilire un contatto senza filtri con la natura e godersi il cielo stellato lontano dalle luci abbaglianti della città.

Il campeggio, però si sa, va organizzato con largo anticipo e senza lasciare nulla al caso. Per farvi arrivare preparati alle vostre vacanze in tenda, vi elenchiamo qui di seguito gli 8 errori più comuni commessi da chi si reca in campeggio.

Al primo posto, troviamo l’equipaggiamento inadeguato. Prima di partire, è consigliabile compiere un controllo della funzionalità di tutti gli attrezzi e gli accessori da portare: accensione fornelletto, cerniere sacchi a pelo, integrità della tenda e così via.

Segue al secondo posto l’eventuale problema di una tenda troppo piccola. Se siete dei campeggiatori principianti, potreste non essere in grado di valutare con criterio quale sia la grandezza giusta della vostra tenda. Vi consigliamo di acquistarne una con un posto in più rispetto al numero di reale di persone che vi pernotterà. Se non avete mai acquistato una tenda e non sapete da dove cominciare, date un’occhiata a siti come Addnature.it, specializzati nella vendita di attrezzature per sport e attività all’aperto.

Al terzo posto si piazza un abbigliamento “troppo leggero”. Se avete deciso di campeggiare in una località di mare e con un clima favorevole, di sicuro indosserete vestiti leggeri. Un bravo campeggiatore deve però sempre tenere in conto eventuali cambiamenti metereologici repentini o naturali cali di temperatura in serata e durante la notte.

Una scarsa illuminazione conquista di diritto il quarto posto della nostra lista. È vero che nell’immaginario più romantico, il campeggio viene spesso associato al chiaro di luna e ai falò. In realtà dovrete affidarvi alle più tecnologiche torce per fare luce nella tenda di notte e anche per camminare all’interno del campeggio stesso.

La quinta posizione è occupata dal fornello.  Sì, avete capito benissimo. È importante, infatti, non munirsi solo di griglia per cucinare; potrebbe essere proibito accendere fuochi nel campeggio dove avete deciso di recarvi o potrebbero non esserci delle aree apposite per grigliare. La soluzione è quindi il buon vecchio fornelletto a gas!

Sesto posto: dormire bene anche in campeggio. Non è un’utopia, basta mettere nello zaino sacchi a pelo adatti alla stagione e materassini del giusto spessore.

Proseguiamo con il settimo punto della nostra lista, qui troviamo la disorganizzazione. Una delle cause principali del fallimento di tanti campeggi, per evitare di incappare in imprevisti di ogni tipo, vi consigliamo di stilare una lista precisa e dettagliata di tutto l’occorrente, da controllare con attenzione prima di partite.

Ultimo punto, ma non meno importante degli altri, sono i passatempi. Non dimenticate a casa libri, giochi da tavolo, carte da gioco oppure matite colorate, pennarelli e album per disegnare in caso ci fossero anche dei bambini. Il kit di sopravvivenza per le giornate di pioggia impreviste.

Ora siete pronti all’avventura. Zaino in spalla e buon campeggio!

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore