/ Altre notizie

Altre notizie | 24 agosto 2018, 07:00

Controlli eccezionali oggi sulle strade delle Alpi Marittime

Lo ha disposto il Prefetto di Nizza, allarmato per la crescita del numero delle persone decedute. Tanti sono motociclisti

Controlli eccezionali oggi sulle strade delle Alpi Marittime

La Prefettura delle Alpi Marittime passa al contrattacco: oggi verranno attivati sulle strade del Dipartimento controlli serrati per colpire quanti non rispettano il Codice.
Dal 1 ° gennaio 2018, 33 persone hanno perso la vita sulle strade del Dipartimento delle Alpi Marittime: una vera ecatombe!
I conducenti delle due ruote sono i più colpiti: quasi il 58% di quelli deceduti sono motociclisti.
Nel 2014, rappresentavano  il 43% dei morti sulla strada. Questa percentuale  è cresciuta costantemente da allora.
Il prefetto delle  Alpes-Maritimes, allarmato da questi dati in crescita,  ricorda che i conducenti a due ruote sono utenti vulnerabili che devono prendere tutte le precauzioni essenziali per la loro sicurezza: essere certi che il veicolo che stanno per sorpassare li abbia visti, indossare un casco e guanti, adattare la velocità al traffico, rispettare le distanze di sicurezza. Allo stesso modo, gli automobilisti devono rimanere vigili in modo che la condivisione della strada possa avvenire in condizioni di sicurezza ottimali.


Sono 33 le persone morte da gennaio 2018 sulle strade, drammi che si sarebbero potuti evitare, famiglie che avrebbero potuto vivere serenamente.
Queste morti avrebbero potuto essere evitate.

In effetti, questi incidenti hanno tutti un comune denominatore: il comportamento dei conducenti (uso del telefono cellulare, velocità eccessiva, mancanza di controllo del veicolo, non conformità alle distanze di sicurezza, alcol).
Il codice della strada è lì per proteggerti, se fosse rispettato, nessuno avrebbe perso la vita in una macchina, a due ruote, in bicicletta o mentre attraversava la strada.
Questo è il motivo per cui il prefetto delle Alpes-Maritimes è determinato a moltiplicare i controlli su strada gestiti dalla polizia nazionale e dalla gendarmeria del dipartimento. L'obiettivo è e resterà quello di proteggere tutti gli utenti della strada dai pericoli della guida mortale.
È in questo contesto che una grande operazione di sicurezza stradale si svolgerà oggi utilizzando tutti i mezzi di controllo disponibili, compreso un elicottero della gendarmeria.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium