/ Altre notizie

Altre notizie | domenica 07 ottobre 2018, 19:00

Chiesta la gratuità dell’autostrada tra Antibes e Nice Saint-Isidore

Dopo l’abbassamento della velocità voluto dal Prefetto crescono le polemiche con Escota e da più parti si chiede di non pagare il pedaggio

Autostrada A8

Autostrada A8

Crescono le proteste dopo il provvedimento del Prefetto delle Alpi Marittime che ha disposto, con decorrenza dal 1° ottobre, la riduzione del limite di velocità a 90 Km orari nel tratto dell’A8 tra Saint-Laurent du Var e Cagnes-sur-Mer.

Un provvedimento, come ha spiegato il prefetto in una lettera aperta integralmente pubblicata da Montecarlonews (clicca qui) che è stato determinato dall’indisponibilità del concessionario Escota ad installare delle apparecchiature per rendere dinamica la regolazione della velocità a seconda del volume di traffico.

Il Presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime Charles-Ange Ginésy, si è unito al coro di molti amministratori tra i quali il Sindaco di Nizza, sollecitando l’adozione di un provvedimento che renda gratuito il tratto tra Antibes e Nice Saint-Isidore.

Una richiesta che conferma quanto da tempo viene richiesto dalla città di Nizza e cioè di riconoscere la funzione di circonvallazione svolta dall’autostrada e, come avviene già in altre situazioni analoghe, di rendere gratuito il tratto cittadino.

Ora la riduzione della velocità non fa che rinfocolare le polemiche esistenti e dà forza a questa istanza che, se accolta, contribuirebbe a diminuire di molto la circolazione all’interno della città, con indubbio contenimento dell’inquinamento.  

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore