/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | giovedì 18 ottobre 2018, 09:00

Il Premio Campiello apre a Monaco la “XVIII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo”

Si è trattato dell’unica tappa internazionale del tour del Premio Campiello dopo la serata finale a Venezia dello scorso 15 settembre

Il Premio Campiello apre a Monaco la “XVIII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo”

Principato di Monaco. Venerdì 12 ottobre,  nel prestigioso contesto del Fairmont Monte Carlo, ospiti illustri ed un pubblico selezionato degli ottomila e più residenti italiani nel Principato di Monaco, sono stati accolti dall`Ambasciatore Cristiano Gallo e consorte,  per celebrare la lingua italiana con i protagonisti della 56a Edizione del Premio Campiello, concorso di narrativa italiana contemporanea organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto. Si è trattato dell’unica tappa internazionale del tour del Premio Campiello dopo la serata finale a Venezia dello scorso 15 settembre, che ha visto la vittoria di Rossella Pastorino con il romanzo “Le Assaggiatrici” (Feltrinelli) purtroppo assente dovuto ad altri impegni.

 

L’evento, organizzato dell’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco, in collaborazione con l’agenzia Communiqué e Confindustria Veneto, è stato introdotto dall`Ambasciatore Gallo il quale ha colto l’occasione per presentare l’esposizione del “Quadro Elettronico” ideata e realizzata dall’artista milanese Davide Coltro, a cura di Christine Enrile, Presidente di CE Contemporary e Direttrice artistica della Galleria Civica di Palazzo Tagliaferro nella vicina Andora in Riviera Ligure.

 

Giancarlo Leone, brillante e autorevole firma del panorama televisivo italiano (figlio di Giovanni Leone, Presidente della Repubblica italiana dal 1971 al 1978), ha presentato Matteo Zoppas, Presidente della Fondazione Il Campiello e di Confindustria veneto, l’ex magistrato Carlo Nordio, Presidente della Giuria dei Letterati e Francesco Targhetta che, con “Le vite potenziali” (Mondadori), ha ottenuto, nel suo esordio in prosa, il secondo posto, raccontando la storia di tre uomini molto diversi tra loro, impegnati in un'azienda informatica alla periferia di Marghera.

 

Un tema che si attaglia perfettamente a quello della “Settimana della Lingua Italiana nel mondo-2018”, “L’italiano e la rete, le reti per l’italiano”, che intende approfondire il rapporto tra gli italiani ed il web, lo stretto collegamento instauratosi con il mondo virtuale dell’informatica, declinato in ottica umana.

 

Nella foto l’Amb.tore C. Gallo con i protagonisti del Premio Campiello

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore