/ Altre notizie

Altre notizie | venerdì 19 ottobre 2018, 07:00

Promenade des Anglais: dipingere sì, vendere no

Dipingere è lecito, vendere il frutto del lavoro artistico no. S’ipotizza di creare uno spazio ove gli artisti possano esporre le proprie produzioni ed anche proporle ai visitatori

Pittore all'opera sul Quai des Etats Unis

Pittore all'opera sul Quai des Etats Unis

Si sblocca la questione dei pittori che, con tavolozze e colori, si fermano nei luoghi più emblematici di Nizza per dipingere.

Poche settimane fa la Polizia Municipale era intervenuta, comminando una sanzione ad un artista sorpreso a dipingere sulla Promenade e, pare, anche a trattare la vendita del quadro.

Robert Roux, consigliere municipale delegato aux Arts dans l’espace public ha chiarito che la vendita di quadri sul suolo pubblico è equiparata a quella, non autorizzata, dei vendeurs à la sauvette, praticamente di quanti occupano suolo pubblico con teli o asciugamani e vi posano sopra delle merci quali cappelli, giochi e monili.

Dipingere, senza creare intralcio, è sempre lecito, vendere il frutto del lavoro artistico no.

Si affaccia ora un’ulteriore possibile mediazione, quella di individuare lungo la Promenade du Paillon un luogo ove gli artisti possano esporre le proprie produzioni ed anche proporle ai visitatori. Si tratterebbe di uno spazio di arti varie che potrebbe trasformarsi anche in un forte richiamo per i nizzardi e per i turisti.

Lo valuterà il Consiglio Municipale, per ora è via libera a dipingere sulla Promenade, senza trarne profitto.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore