/ Business

Business | lunedì 05 novembre 2018, 19:00

Dalla Russia con amore… e non solo!

Cresce il numero dei negozi che vendono prodotti provenienti dai paesi dell’ex Unione Sovietica. Luoghi di integrazione e di cultura

Dalla Russia con amore… e non solo!

Soprattutto nel quadrilatero che va da Boulevard Gambetta a Boulevard Grosso e da Rue de France a Boulevard Victor Hugo sono spuntati come funghi: si tratta dei negozi che vendono prodotti provenienti dall’Est Europeo.

O per lo meno al “gusto” dell’Est Europeo in quanto molta merce è Made in Germany per evitare forti dazi dovuti all’importazione extra europea e alle sanzioni applicate ai prodotti russi.

In ogni caso la forte presenza di persone che giungono dai Paesi dell’Ex Unione Sovietica, in costante crescita, ha fatto aumentare anche il numero dei negozi che vendono i prodotti tipici di quelle nazioni.

Oltre alla Russia negozi tipici anche made in Armenia, Georgia e Ucraina, senza contare quelli rumeni. Merito anche della forte presenza turistica, soprattutto di provenienza russa.

Un’indagine condotta sulla clientela ha peraltro rivelato come il 20% delle persone che acquistano quei prodotti siano francesi, alla ricerca di gusti particolari e di sapori magari conosciuti durante un viaggio.

Si tratta di negozi che per lo più cercano l’integrazione con il territorio, vengono infatti venduti anche prodotti tipici di Nizza, cosa che non avviene in altri negozi di prodotti etnici presenti in città.

Un fenomeno di integrazione che sta diventando anche un luogo di apprendimento (sono molti i molti ragazzi intenzionati ad apprendere il russo o altre lingue dell’Est) e punto d’incontro tra persone che parlano la medesima lingua. Ma immediatamente pronte a “passare” al francese: una ricerca d’integrazione che è una delle regioni dell’esplosione del numero delle épiceries russes nella capitale della Costa Azzurra.   

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore