/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 11 dicembre 2018, 09:30

Novak Djokovic: il miglior tennista del 2018 se non di sempre

Il 2018 verrà sempre ricordato come l’anno in cui Novak Djokovic è riuscito nell'impresa di risorgere dalle proprie ceneri

Novak Djokovic: il miglior tennista del 2018 se non di sempre

Il 2018 verrà sempre ricordato come l’anno in cui Novak Djokovic è riuscito nell'impresa di risorgere dalle proprie ceneri. Dopo aver passato mesi, se non anni, a dir poco complicati, il fenomeno serbo è tornato il giocatore più forte al mondo ed è riuscito ad mettere in fila una vittoria dopo l'altra, chiudendo la stagione al primo posto nella classifica ATP.

Il ritorno alle origini

Tormentato da problemi fisici e da una profonda “crisi spirituale”, Nole in più di un’occasione ha dichiarato di aver pensato spesso al ritiro dall’attività agonistica. Per sua fortuna, e per quella di tutti gli amanti di questo splendido sport, ciò non è avvenuto e grazie anche al ritorno al passato, con l’ingaggio del suo storico staff, nonché del suo primo coach Vajda, tutti i problemi sono svaniti nel giro di pochi mesi. Il punto di svolta della stagione di Nole è stata probabilmente la sonora sconfitta ai quarti del Roland Garros subita per mano del nostro Marco Cecchinato: nel torneo parigino Nole era già apparso in ripresa ma, a partire da quella sconfitta, qualcosa in lui è cambiato. Sono così arrivate, nell’ordine, la vittoria a Wimbledon ed agli US Open, oltre a numerosi altri tornei che hanno permesso al serbo di chiudere la stagione come primo nella classifica ATP.

La poetica rivalità con Nadal e Federer

Nonostante l’inesorabile incedere del tempo, Djokovic, Nadal e Federer, anche in questa stagione, sono apparsi i migliori tennisti sul pianeta. Se nel corso degli anni il loro dominio è stato interrotto sporadicamente dai successi di Stan Wawrinka e di Andy Murray, per il prossimo futuro c’è un ragazzone tedesco che si candida a dominare il circuito: stiamo parlando di Alexander Zverev, talento cristallino in costante crescita, che nell’ultima importante apparizione stagionale, le ATP Finals che si sono disputate a Londra, è riuscito a battere in finale proprio Novak Djokovic, secondo William Hill favorito assoluto della vigilia. Eccezion fatta per il tedesco, tuttavia, nessuno sembra in grado di fronteggiare i tre tenori del tennis mondiale che, nonostante i numerosi infortuni che ne stanno minando la condizione ed una programmazione sempre più oculata delle proprie apparizioni in campo, sembrano essere giunti da un altro pianeta. Per Novak Djokovic, Rafael Nadal e Roger Federer il tempo non sembra rappresentare un limite, bensì un'occasione per maturare ed affinare il proprio gioco. Non tutti, probabilmente, sono consapevoli della fortuna che hanno avuto nel vivere nell’epoca di questi tre incredibili fenomeni che si candidano di diritto ad entrare per sempre nella storia di questo sport e che, seppur per ragioni e caratteristiche differenti, sono sicuramente tra i più forti tennisti mai esistiti.

Da appassionati di questo magnifico sport non resta che godere della rinascita di un assoluto fenomeno come Novak Djokovic, sperando che possa mantenere questa condizione di forma per il maggior tempo possibile e possa continuare a deliziarci con le sue incredibili giocate. Quella di Nole è una storia di un uomo che nel corso della sua vita, dopo essere caduto, ha sempre avuto la forza di rialzarsi e di tornare più forte di prima.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium