/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | lunedì 17 dicembre 2018, 12:00

Champions League, strada libera per Messi: Cr7 batti un colpo

Un solo gol del portoghese, Messi avanza ma occhio a Lewandovski

Champions League, strada libera per Messi: Cr7 batti un colpo

Conclusa la prima parte della Champions League ecco che diventa tempo di bilanci, sia dal punto di vista collettivo che individuale. Preso per assegnare premi ed indicare un favorito finale, ma la corsa al titolo di capocannoniere della Champions League sembra piuttosto indirizzata a due protagonisti, a meno di ribaltoni clamorosi con l’iniziare della fase a eliminazione diretta.

La storia recente insegna come sia quella dei gironi, la stagione in cui mettere fieno in cascina ed accumulare il maggior numero di reti in vista del titolo di Re dei gol fra le partecipanti alla Champions League, ma non sempre è stato così. Per il momento vi sono due nomi che su tutti hanno dominato la fase a gironi e sembrerebbero candidati a giocarsela sino alla fine, anche valutando il valore delle rispettive squadre e dunque le possibilità di giocare più partite in cui andare in rete.

Parliamo di Messi del Barcellona e Lewandovski del Bayern Monaco: il primo ha segnato 6 gol, il secondo invece in netto svantaggio alla chiusura del girone di andata a saputo rimontare con prestazioni monstre nelle ultime tre, tutte chiuse con una doppietta. Dunque, al momento è l’attaccante polacco a guardare tutti dall’alto nella classifica cannonieri con ben 8 reti, nonostante stando alle quote bwin per la conquista del titolo di bomber sia la Pulce argentina quello con il maggior credito per chiudere in testa alla fine della massima competizione per club. Segue a non molta distanza Neymar del Psg con 5 reti, le stesse firmate da Dzeko con la Roma: le possibilità del bosniaco di essere il Re dei bomber dipendono però dalla capacità della Roma di prolungare il suo cammino in Champions, come fatto splendidamente lo scorso anno quando i giallorossi si issarono sino alla semifinale, perduta con il Liverpool.

Chi fino a questo momento è rimasto sorprendentemente attardato è Ronaldo, che ha segnato solamente una rete con la sua nuova maglia della Juventus, pur bellissimo contro la sua ex squadra, il Manchester United. Ronaldo che occorre rammentare è stato espulso all’esordio col Valencia nei primi minuti di gioco, saltando poi la successiva con lo Young Boys, in cui brillò Dybala con una doppietta (oggi sono 5 i gol della Joya). Si attende la fase più calda della competizione per assistere ad un ritorno del portoghese ai suoi livelli anche in Europa, dopo l’ottimo inizio in Serie A condito da numerosi gol ma soprattutto assist.

Proprio l’arrivo di Cr7 a Torino, sponda bianconera, doveva essere l’ago che faceva pendere la bilancia in favore della Vecchia Signora in ottica vittoria finale. Affinché ciò possa diventare possibile è quindi necessario e indispensabile che il miglior giocatore al mondo degli ultimi anni riesca a rinverdire il suo bottino ricalcando i fasti degli ultimi anni, quando è stato massimo protagonista delle tre Champions League di fila vinte con la vecchia maglia del Real Madrid.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore