/ Business

Che tempo fa

Cerca nel web

Business | domenica 30 dicembre 2018, 08:00

Offerte speciali anticipano i saldi, ma difficilmente salveranno i bilanci dei negozi

Settembre in rosso per molti negozi: colpa dei gilets jaunes, ma anche l’effetto degli acquisti su internet e della diminuzione del potere di acquisto delle famiglie

Nice Etoile, foto di acrchivio

Nice Etoile, foto di acrchivio

Tra gilets jaunes, concorrenza di internet e calo del potere di acquisto, gli affari nei negozi di Nizza e della Costa Azzurra hanno la freccia sul rosso e allora i commercianti sono corsi ai ripari. In attesa del via ai saldi invernali, previsto per il 9 gennaio, occorre far quadrare i conti e allora cartelli che annunciano “Ventes privées” e le “offres privilégiées” stanno caratterizzando le vetrine di molti negozi, da quelli di grandi dimensioni ai più piccini.

Saldi anticipati che ora entrano di forza nel periodo delle festività di fine anno, anche se, melanconicamente, alcuni commercianti sottolineano come quanto è andato perso nei week end di dicembre caratterizzati da blocchi stradali e cortei non verrà sicuramente recuperato: “Ça ne compensera pas ce que l’on a perdu”, anche perché le consegne sono arrivate in ritardo e alcune sono ancora ferme nei magazzini di stoccaggio.

Quasi all’unisono viene invocata la possibilità di anticipare i saldi di una settimana, per evitare certi escamotage che non sempre danno il risultato sperato.

Secondo molti di loro gli incassi del mese di gennaio serviranno al massimo ad aggiustare la cassa, certo non a dare un senso agli acquisti, ridotti da molti fattori e non è detto che quello del gilets jaunes sia il più significativo.

Alcune cartolerie hanno sottolineato come le vendite di carta colorata per i pacchetti e di sacchetti regalo sia aumentata in modo esorbitante, segnale chiaro che gli acquisti attraverso la rete non sono affatto in sofferenza, anzi!

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore