/ Altre notizie

Che tempo fa

Cerca nel web

Altre notizie | sabato 12 gennaio 2019, 07:00

Nizza dichiara guerra ai rumori

Rafforzate le competenze della Polizia Municipale: nel mirino motociclette, bar e rumori domestici

Promenade des Anglais

Promenade des Anglais

Il “bien vivre-ensemble” compie un altro importante passo a Nizza: la Polizia Municipale, sulla base di uno specifico provvedimento emanato dal sindaco Christian Estrosi, si è vista rafforzare le competenze nella lotta contro i rumori.

Gli agenti potranno sanzionare sia le attività commerciali e artigianali sia i privati colti a disturbare la civile convivenza con rumori eccessivi.

Le sanzioni possono giungere, per le imprese, a 5.150 euro e per i privati a 3.450 euro. Nel mirino i cantieri durante la pausa obbligatoria a metà giornata, i bar e i locali pubblici con particolare riferimento alle emissioni sonore provocate sia dai frigoriferi e dalle televisioni, sia dagli eccessi degli avventori.

Per quanto riguarda i privati i controlli riguarderanno i rumori domestici, provocati spesso da volumi dei televisori troppo alti.

Nel mirino anche (o forse soprattutto) le motociclette che sfrecciano per la città spesso emettendo forti rumori. La Polizia Municipale, dotata di uno strumento di misurazione, potrà sanzionare più facilmente le due ruote che turbano la quiete cittadina.

L’amministrazione comunale ha proposto anche un “patto” con gli abitanti che riguarda il rispetto dei vicini nelle ore notturne, attraverso l’installazione di rivelatori di rumore da installare sulle terrazze e sui balconi e connessi con il centro di controllo cittadino.  

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore