/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 31 gennaio 2019, 07:00

Christian Estrosi senza rivali a Nizza

Un sondaggio della IPSOS a un anno dalle elezioni offre uno “spaccato” di quello che pensano i nizzardi

Christian Estrosi durante la seduta del Consiglio Municipale che lo ha eletto Sindaco di Nizza

Christian Estrosi durante la seduta del Consiglio Municipale che lo ha eletto Sindaco di Nizza

A poco più di un anno dalle elezioni municipali, che si svolgeranno a Nizza nella primavera del 2020, un sondaggio della IPSOS svolto tra il 12 e il 22 gennaio su un campione di 1.004 nizzardi traccia un solco su quelle che sono le opinioni dei nizzardi sul proprio sindaco, sull’amministrazione locale ed anche sulle prospettive per il futuro.

Un solco che “consacraChristian Estrosi come leader assoluto della città e soprattutto come persona nei confronti della quale i nizzardi nutrono una enorme “confiance”.

Alla domanda, centrale per il sondaggio, su quale sia l’istituzione che più ha fatto per assicurare la crescita del territorio, il 33% delle persone interrogate ha risposto la Métropole Nice Cote d’Azur (percentuale alla quale va aggiunto un 14% della Ville de Nice, in totale il 47%), seguita dalla Regione Sud Provence Alpes Côte d’Azur (29%) e il Dipartimento delle Alpi Marittime col 16%.

Sulle priorità per i nizzardi, l’82% ritiene che il lavoro compiuto dai servizi municipali sia più che soddisfacente (con una crescita del 4% rispetto al sondaggio di un anno fa). Tra le questioni sensibili vengono indicate la sicurezza, le abitazioni, la pulizia, mentre i lavori di realizzazione della Ligne 2 vengono giudicati prioritari.

Un ottimismo nei confronti del futuro che cresce in un anno del 4% e che pare non subire offuscamenti dal fenomeno dei gilets jaunes.

In previsione delle prossimi elezioni, Christian Estrosi, per quanto è possibile per chi fa politica, dovrebbe dormire fra due guanciali.

La sua notorietà è al 97% e il 63% degli intervistato dichiara di avere una buona opinione nei confronti del proprio sindaco, con un incremento, in un anno del 5%, perfino maggiore all’indice si ottimismo per il futuro che è del 4%.
Il “concorrente” potenziale di Christian Estrosi alla carica di sindaco di Nizza, il deputato Eric Ciotti, si assesta su un 90% di notorietà, ma solo il 51% degli intervistati (12% in meno del sindaco) dichiara di avere una buona opinione su di lui.

La domanda opposta, che tende a conoscere quanti riservano una “mauvaise opinion” vede crescere la percentuale di Ciotti del 3%, mentre il giudizio negativo nei confronti di Christian Estrosi cala del 2%.

Gli altri “esponenti” della politica nizzarda sono enormemente distanziati: il leader socialista Patrick Allemand raggiunge il 74 % di notorietà e il deputato della République en Marche Cédric Roussel si assesta al 14 %.

Un’ultima “verifica” sulla decisione di trasformare, nei prossimi mesi, le corsie preferenziali dei bus che collegavano da est a ovest Nizza e che saranno sostituiti dal tram con una pista ciclabile alberata piace al 74% dei nizzardi.
E’ presto per trarre conclusioni definitive in previsione delle municipali, anche perché non tutti i giochi sono ancora stati fatti e soprattutto, Christian Estrosi ed Eric Ciotti appartengono al medesimo partito politico, cosa che potrebbe anche rivelarsi devastante per i Républicains al momento delle scelte.

Certo che chiunque immagini di frapporsi alla rielezione di Estrosi non si troverà di fronte ad una strada semplice.

Un’altra indicazione traspare dal sondaggio e potrebbe essere occasione di valutazioni: quella della nascita di una lista civica a sostegno di Estrosi che sgomberi il campo.
Una “suggestione” che l’esito dei sondaggi potrebbe tentare il Sindaco e che rappresenterebbe anche un laboratorio politico per la Francia ed una bella mano tesa ad Emmanuel Macron.  


 

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium