/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 14 febbraio 2019, 07:14

Christian Estrosi in Place Garibaldi con i sindaci italiani

Venerdì 15 febbraio alle 12. “Un momento di fraternità perché nessuna vicissitudine politica può fare venire meno l’idea di comunità di pensiero e di destino che legano i due popoli”.

Place Garibaldi a Nizza

Place Garibaldi a Nizza

Venerdì 15 febbraio, a mezzogiorno, in Place Garibaldi a Nizza è stato organizzato un raduno italo-francese: ad originarlo le tensioni tra i due Paesi acuitesi negli ultimi giorni e che non sembrano volersi placare placate. A organizzare la manifestazione è il Sindaco di Nizza, Christian Estrosi, che ha invitato i colleghi dei comuni italiani.  

Certa l’adesione del Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano, mentre i sindaci di Imperia e Sanremo, Claudio Scajola e Alberto Biancheri, a causa di un incontro su Rivieracqua in Provincia saranno rappresentati dai vice sindaci Giuseppe Fossati e Costanza Pireri.

Sarà presente anche il Sindaco di Cuneo Federico Borgna che per primo aveva esposto la bandiera francese fuori dal palazzo comunale, generando una reazione da parte della Prefettura che ne aveva chiesto la rimozione. Dal Piemonte anche l'Assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco ed i sindaci di Vinadio, Angelo Giverso, di Roccavione Germana Avena, di Robilante Sergio Bursi e di Limone Piemonte Angelo Fruttero.

"Un momento di fraternità perché nessuna vicissitudine politica può fare venire meno l’idea di comunità di pensiero e di destino che legano i due popoli e su cui si fondano i nostri ideali europei", si legge nel comunicato diffuso dalla città di Nizza.

Il documento continua ricordando come “Nizza sia la prima città italiana in Francia. Questo incontro è un'occasione per ricordare a tutti il patrimonio culturale che ci unisce, le radici latine che condividiamo. Sarà un momento di fraternità che, senza dubbio, indurrà le nostre rispettive diplomazie alla pacificazione. Nulla oggi deve indebolire il nostro edificio comune, sul quale l'Europa si fonda ed a partire dal quale stiamo costruendo il nostro futuro”.  

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium