/ Ambiente

Che tempo fa

Cerca nel web

Ambiente | 17 febbraio 2019, 08:00

“Com’è bello vivere a Nizza”… parola di Fido

La capitale della Costa Azzurra è la terza città della Francia fra quelle nelle quali i possessori di un cane ritengono che sia bello vivere

“Com’è bello vivere a Nizza”… parola di Fido

Il miglior amico dell’uomo ha , in Francia, tre città ideali ed una di queste è Nizza.

La capitale della Costa Azzurra è la terza città della Francia fra quelle nelle quali i possessori di un cane ritengono che sia bello vivere. Per il terzo anno consecutivo, la rivista 30 Millions ha stilato una graduatoria delle  città francesi, con oltre 100mila abitanti, dov’è bello vivere con il proprio cane.

Su 41 città, Nizza si è aggiudicata un punteggio complessivo di  18,4 / 20, dietro a Toulouse (18,7 / 20) ed a Montpellier (19,2 / 20) .

Per stabilire questa classifica, il magazine 30 Millions ha raccolto informazioni su cinque temi che riflettono l'integrazione del cane nella città:

  • Accessibilità: accesso alle aree dedicate ai cani (giardini pubblici e parchi appositamente dedicati) e ai trasporti pubblici.
  • Pulizia: numero di apparecchiature e dispositivi destinati a incoraggiare il gesto di raccolta degli escrementi di cani o dell'esistenza di siti per cani ed anche le misure adottate per mantenere pulite le strade.
  • Consapevolezza e impegno: tutte azioni che consentono una migliore integrazione del cane in città (delegazione specifica, corso di addestramento per cani, passeggiate urbane, consapevolezza nelle scuole ).
  • Popolazione di cani: numero di cani che vivono in ogni città.
  • Infrastrutture commerciali: numero di veterinari, toelette, dog-sitter, educatori di cani.

Al di là delle ottime valutazioni ottenute in questi cinque settori  (con  due 20/20 per la pulizia e tutte le azioni per una migliore integrazione del cane nella città), la rivista ha accolto l'iniziativa della città di Nizza che scommettere sui giovani con l'allestimento di corsi nelle scuole e nei centri AnimaNice al fine di sensibilizzare i giovani cittadini ai diritti dei cani, ma anche ai doveri dei padroni.  

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium