/ Ambiente

Ambiente | 11 marzo 2019, 07:00

Quante canne (da pesca) in questo week end!

Aperta la pesca alla trota, sono migliaia gli appassionati nel Dipartimento. Le regole

Quante canne (da pesca) in questo week end!

Per gli 8.200 pescatori con tanto di licenza delle Alpi Marittime lo scorso week end era segnato in rosso e blu sul calendario. Si è aperta la stagione della pesca alla trota.

Gli appassionati non sono mancati e fiumi e torrenti hanno conosciuto un’insolita presenza dopo i mesi invernali.

Anche se le montagne che fanno da contorno ai corsi d’acqua non danno un’idea invernale, privi come sono di neve, i corsi d’acqua sono al momento ancora sufficientemente alimentari e quindi il week end è “andato bene” secondo le tante dichiarazioni rilasciate alle televisioni francesi che si sono fiondate sull’avvenimento.

Ad eccezione della Roya (le cui acque sono più fredde delle altre e quindi è ritardata rispetto agli altri corsi d’acqua) gli altri torrenti erano “a puntino” per salutare i tanti pescatori: Siagne, Loup, Estéron, Mescla, Tinée, Vésubie, Gordolasque e Boréon non vi era che l’imbarazzo della scelta.

Del resto la pesca è il secondo spor per numero di appassionati che la praticano (1 milione e mezzo) dopo il calcio (2 milioni e 200mila).

Sul sito della Fédération Départemental della Pesche sono riportate queste indicazioni: “Sono 37 i corsi di pesca disponibili su tutti i fiumi del Dipartimento, per un totale di oltre 2500 km.
Il numero di salmonidi catturabili al giorno e per pescatore è di 6 nei fiumi e 10 nei laghi.

Specie di salmone: trota arcobaleno e salmone fontana sul "percorso di scoperta", trota fario su tutti i corsi di pesca di 1a categoria.

Dimensioni regolamentari delle catture di trota fario: 20 o 23 cm, a seconda del corso d'acqua. Questa misura mira a condividere le risorse ittiche e, allo stesso tempo, a proteggere i ceppi di trote selvatiche che popolano i nostri fiumi.
Per questa apertura, molti volontari, guardie e tecnici della Federazione saranno disponibili lungo i fiumi per informazioni e controllo”.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium