/ Ambiente

Che tempo fa

Cerca nel web

Ambiente | 12 marzo 2019, 17:00

Abitazioni di Monaco: un piano nazionale ambizioso per arrivare a 4548 unità abitative

Il Principe Alberto II ha ufficialmente lanciato il piano nazionale per l'abitazione dei monegaschi nei prossimi 15 anni presso la residenza del ministro di Stato, alla presenza di Serge Telle e Stéphane Valeri, presidente del Consiglio nazionale

Abitazioni di Monaco: un piano nazionale ambizioso per arrivare a 4548 unità abitative

Un piano il cui capo di stato aveva affidato lo sviluppo al governo in occasione delle festività nazionali, lo scorso novembre.

"Gli alloggiamenti dei monegaschi rappresentano per me una causa nazionale, una priorità assoluta", ha detto il Sovrano, ricordando: "Il mio governo ha lavorato in modo coerente per anni".

Il Ministro di Stato ha a sua volta dettagliato i vari aspetti di questo piano ambizioso e realistico, che aumenterà la capacità di ricezione del parco statale del 43% nei prossimi 15 anni per raggiungere 4.548 unità abitative.

"La nostra ambizione è di consentire a più di tre quarti delle famiglie di avere un appartamento di proprietà statale, con l'obiettivo di soddisfare la totalità dei bisogni", ha affermato Serge Telle, "Questo momento politico è storico per il Principato".

"Aderiamo pienamente alla visione prospettica di questo piano abitativo voluto dal Principe, che è perfettamente complementare al nostro approccio", ha affermato Stephane Valeri.

Questo programma di sviluppo statale si basa su uno studio prospettico, con una visione a lungo termine, che porterà a una riflessione sulla demografia e sulla legge sulla nazionalità.

L'obiettivo del Piano nazionale delle abitazioni monegasche è di anticipare e soddisfare i bisogni su un orizzonte di 15 anni.
L'evoluzione di questi bisogni è nota grazie agli studi approfonditi dell'IMSEE.

L'ambizione è di consentire a più di tre quarti delle case di avere un appartamento di proprietà dello stato, con l'obiettivo di soddisfare la totalità delle esigenze comprovate.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium