/ Business

Che tempo fa

Cerca nel web

Business | 17 marzo 2019, 19:00

Ripple in ascesa: la criptovaluta sbarca su Exchange

XRP non è altro che la criptovaluta di Ripple, una delle valute concorrenti principali di Bitcoin

Ripple in ascesa: la criptovaluta sbarca su Exchange

XRP non è altro che la criptovaluta di Ripple, una delle valute concorrenti principali di Bitcoin, specialmente perché ritenuta più “sistemica”. Ora a 13 mesi di distanza da quando sono emerse le prime voci circa una possibile disponibilità di XRP sul principale Exchange a livello internazionale, chiamato Coinbase. Ogni qual volta una simile piattaforma si interessa al listing di una nuova criptovaluta, questo fa sempre molto notizia.

Gli investitori guardano sempre con attenzione a simili notizie perché possono generare terremoti favorevoli ad operazioni di compravendita da non lasciarsi sfuggire e così è stato anche ora, quando finalmente Ripple è arrivata su Coinbase. Già quando le prime voci iniziarono a circolare ci fu un forte rialzo nelle quotazioni di Ripple sui mercati.

All’epoca la quotazione sembrava imminente e sempre più investitori si sono gettati all’acquisto di Ripple spingendo il suo prezzo su nuovi massimi storici. A contribuire all’entusiasmo c’era anche il fatto che solo pochi giorni prima Bitcoin Cash aveva fatto il suo esordio sulla stessa Coinbase, si trattava del dicembre 2017.

Il listing di XRP

La quotazione di una criptovaluta su un exchange famoso è sempre come una sorta di consacrazione. Si tratta come una specie di quotazione in borsa, perché da quel momento in poi il trading di quella data moneta virtuale sarà molto più semplice da effettuare. Chiunque ha un account su quel dato exchange diventa molto più facilmente proprietario della nuova moneta listata e può anche scambiarla con più utenti.

A questo punto si verifica un classico fenomeno di mercato: il listing si trasforma immediatamente in un aumento della domanda reale di una nuova valuta e così il suo prezzo tende a salire. Questa è una grande occasione di investimento per tutti coloro che fanno trading di criptovalute perché i profitti in una simile situazione possono diventare considerevoli.

Così Coinbase ha deciso di rompere gli indugi riguardanti la criptovaluta Ripple e lo ha affermato ufficialmente. Questo è un momento ottimo per comprare XRP dunque, perché si prevede un forte apprezzamento. Gli effetti dell’annuncio cominciano già a farsi sentire, il valore di XRP è saltato immediatamente da quota 0.30 dollari a coin a 0,33. Seppure non si tratta di un aumento stratosferico nel valore, bisogna considerare che la criptovaluta non è ancora stata listata ufficialmente eppure gli effetti sono già visibili.

Incrementi non hanno rispettato le attese

Nonostante questo balzo in avanti importanti molti trader si aspettavano un incremento più del 12%, e che forse questa reazione relativamente tiepida del mercato è figlia di una stanchezza del mercato delle valute virtuali. Insomma, forse tutta questa attesa ha causato un lieve caso di affaticamento nella mente dell’investitore “medio”, generando quindi un maggiore distacco nel momento in cui la notizia è divenuta ufficiale, o quasi.

In effetti in questo periodo si registra una minore attenzione generale per quello che accade sul mercato delle criptovalute, questo specialmente dopo che molte ICO si sono rivelate soltanto delle bufale belle e buone. Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che le criptovalute ritornino in auge e nelle grazie degli investitori, ma questi segnali per il momento restano freddi e non incoraggianti.

Vi è però anche un’altra possibile motivazione. Forse i mercati hanno reagito in maniera fredda perché al momento non sono abbastanza pazienti e ci si aspetta sempre troppo dalle criptovalute. Infatti, gli esperti credono che l’XRP possa invece aumentare gradualmente nei mercati crittografici nei prossimi giorni o nelle prossime settimane.

Insomma, i mercati non hanno ancora digerito tale novità, richiedendo dunque un approccio più paziente. Inoltre, il listing di XRP in Coinbase è una dichiarazione indiretta dell’exchange, che non lo considera più una security. Da notare inoltre che Coinbase non ha menzionato Ripple in nessuna parte dell’annuncio ufficiale di quotazione, significando che considera XRP un’entità separata da Ripple.

ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium