/ Sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport | 31 marzo 2019, 19:02

Formula 1. Primo podio amaro per Leclerc: un guasto alla sua Ferrari lo priva della vittoria in Bahrain

Vince Hamilton, davanti a Bottas e al monegasco. Vettel quinto dopo un errore e un problema

Formula 1. Primo podio amaro per Leclerc: un guasto alla sua Ferrari lo priva della vittoria in Bahrain

Un'autentica beffa, quella che a una decina di giri dalla fine del Gran Premio del Bahrain priva Charles Leclerc della prima vittoria in Formula 1. Un guasto alla parte elettrica della Ferrari del monegasco con conseguente calo di potenza permette alla Mercedes di Hamilton di recuperare il gap di 8 secondi in poco più di due giri e involarsi verso il successo, beffando il monegasco che al momento del guaio elettrico era saldamente in testa.

E Vettel? Dopo la seconda sosta aveva ingaggiato un bel duello con Hamilton, difendendosi alla grande in una prima occasione per poi capitolare il giro dopo andando in testacoda nel tentativo di stare al passo dell'inglese. Ma non finisce qui: l'ala anteriore "esplode" improvvisamente in rettilineo costringendo il tedesco della Ferrari a un pit stop in più che alla fine lo porta in quinta posizione.

E dire che la gara di Leclerc era partita bene, nonostante il via non esaltante con la caduta dalla pole al terzo posto al primo giro, vetta recuperata in pochissimo e un gran duello vinto con il compagno Vettel, che ricordava molto la sfida Mercedes tra Hamilton e Rosberg proprio in Bahrain alla prima in notturna sul circuito di Sakhir nel 2014.

La debacle di Leclerc degli ultimi giri viene parzialmente salvata dalla Safety Car, chiamata in causa a 3 giri dalla fine per il doppio ritiro Renault di Hulkenberg e Ricciardo e che permette al monegasco con una vettura ad handicap di conservare il primo podio in carriera dall'attacco di Verstappen che sarebbe arrivato quasi sicuramente. Ma è un podio amaro, parecchio.

Federico Bruzzese

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium