/ Politica

Politica | 02 aprile 2019, 17:00

ONU - Monaco continua il suo impegno per la conservazione e l'uso sostenibile della biodiversità marina in aree al di fuori della giurisdizione nazionale (BBNJ)

Isabelle Picco, Ambasciatrice, Rappresentante Permanente di Monaco presso le Nazioni Unite, accompagnata da una delegazione, sta attualmente partecipando agli atti della seconda riunione della Conferenza intergovernativa nota come "BBNJ"

ONU - Monaco continua il suo impegno per la conservazione e l'uso sostenibile della biodiversità marina in aree al di fuori della giurisdizione nazionale (BBNJ)

Gli elementi difesi dal Principato in questo processo di conservazione ed uso sostenibile della biodiversità marina sono la creazione di una rete di strumenti di gestione per zona, in particolare aree marine protette, il ruolo della scienza, sviluppo delle capacità, obbligo di cooperazione e promozione di qualsiasi provvedimento che preservi l'ambiente marino, il suo ecosistema e la sua biodiversità.

A margine del dibattito, Monaco ha organizzato due eventi paralleli. Il primo (26 marzo), con il Global Ocean Forum, un partner di lunga data sugli oceani e le questioni relative al cambiamento climatico, focalizzato sulla creazione di capacità. Il secondo (27 marzo), con la Francia, l'Alleanza dei piccoli stati insulari, la Tara Expeditions Foundation, l'Unione internazionale per la conservazione della natura, l'Università di Harvard ed il Consiglio internazionale di diritto ambientale, preoccupato per il coinvolgimento di diverse parti interessate nel campo delle risorse genetiche marine.

Un ricevimento è stato offerto anche nei locali della Missione Permanente alla presenza del Presidente della Conferenza, la Sig.ra Rena Lee, Ambasciatrice per gli Oceani ed il Diritto del Mare ed Inviato Speciale del Ministro degli Affari Esteri di Singapore, consentendo a molti delegati di continuare le discussioni in un contesto informale. In questa occasione, l'ambasciatrice Isabelle Picco, ambasciatrice francese per gli oceani, Serge Segura, ambasciatore del Belize Lois Young, presidente dell'Alleanza dei piccoli stati insulari, e André Abreu, responsabile dell'ambiente e del clima di Tara Expeditions, ha sottolineato l'importanza della scienza, delle partnership e del settore privato per la conservazione e l'uso sostenibile degli oceani.

Lo scopo di questa seconda sessione della Conferenza intergovernativa è continuare a muoversi verso un nuovo accordo internazionale vincolante che andrà ad integrare il regime stabilito dalla Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare. La prossima sessione si terrà a New York , il prossimo agosto.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium