/ Altre notizie

Altre notizie | 24 maggio 2019, 08:30

Quando conviene riscaldare la propria abitazione con un sistema ad aria? Ce lo spiega Valerio Cicchelli dell'azienda Giemme Calor di Ventimiglia

Quando si parla di un impianto di riscaldamento si devono tenere in considerazione diverse variabili: l'efficienza, la convenienza, il costo di installazione e manutenzione, le esigenze degli ambienti da riscaldare, la località in cui installare l'impianto e molto altro ancora.

Quando conviene riscaldare la propria abitazione con un sistema ad aria? Ce lo spiega Valerio Cicchelli dell'azienda Giemme Calor di Ventimiglia

Spesso scegliere la soluzione più efficiente e conveniente per climatizzare casa ci porta inevitabilmente a porci una serie di domande. Quando si parla di un impianto di riscaldamento si devono tenere in considerazione diverse variabili: l'efficienza, la convenienza, il costo di installazione e manutenzione, le esigenze degli ambienti da riscaldare, la località in cui installare l'impianto e molto altro ancora.

Esistono diversi generatori di calore e forse il più diffuso è probabilmente la caldaia a condensazione, che ha sostituito i più vecchi e meno efficienti modelli di caldaie a gas, seguono le caldaie a biomassa, stufe o caminetti a pellet e a legna e le pompe di calore ad aria, ad acqua e geotermiche. Ma è proprio uno di questi ultimi generatori ad essere tra i più interressanti ed efficienti: la pompa di calore aria-aria. Ma quando conviene questo sistema di climatizzazione ad aria anche per il riscaldamento? Lo abbiamo chiesto a Valerio Cicchelli, titolare dell'azienda Giemme Calor di Ventimiglia.

Che cos'è una pompa di calore aria-aria?

La pompa di calore ad aria è un generatore che sfrutta come fonte di calore l’aria esterna e una volta riscaldata la rende disponibile per il riscaldamento interno. Generalmente questo sistema è dotato di un’unità esterna, solitamente posizionata su un terrazzo, su un balcone o anche in uno scantinato, attraverso il quale il fluido è portato ad una temperatura molto bassa, che gli consente di assorbire calore dall’esterno. Tale calore è poi condotto, attraverso delle tubazioni in rame, verso i classici split (diffusori) presenti all’interno della casa. Questo genere di impianto è semplice e veloce da installare e viene spesso utilizzato per il raffrescamento”.

Riscaldare una casa con una pompa di calore aria-aria nella nostra zona può essere conveniente?

 “Innanzitutto dipende dalla località in cui si trova l’abitazione, in quanto la resa della pompa di calore dipende dalla temperatura dell’aria esterna. Se ad esempio d'inverno la temperatura esterna si avvicina allo zero e magari scende sotto i 5°, la pompa di calore consumerà molta più energia per continuare a riscaldare e, se la temperatura scenderà ancora di più, questo generatore dovrà sfruttare energia per sciogliere il ghiaccio che si sarà creato sulla batteria, impedendo così il corretto scambio di calore. Riscaldare casa con un sistema aria-aria è pertanto indicato solo in zone con climi miti, come ad esempio la nostra, mentre in quelle dal clima più rigido, lo si può considerare come un’integrazione ad un impianto preesistente. Il grande vantaggio di questo tipo di impianto è che riesce a trasferire, per il riscaldamento, più energia di quanta ne consumi, in un rapporto di 3 o 4 kWh di calore trasmesso per ogni kWh di energia elettrica consumata. Questa tecnologia aria-aria  inoltre, presenta un costo molto contenuto sia nell’acquisto dell’impianto che in relazione alla sua installazione, rispetto agli altri tipi di pompa di calore”.

Per ulteriori informazioni:

Giemme Calor Srl

Via C.Baccini, 8 - 18039 Ventimiglia

Telefono: 0184 25 08 41

E-mail: giemmecalor@libero.it

Sito: http://www.giemmecalor.com/

Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium