/ Ambiente

Ambiente | 02 giugno 2019, 07:00

Sono arrivate le meduse: per il momento in numero modesto. Esclusiva di Montecarlonews

Niente acqua corrente, usare una carta di credito o una carta dei supermercati per “raschiare” la parte colpita dalla medusa, lavare poi con acqua di mare e spalmare una pomata ad hoc

Meduse nel mare di Nizza, fotografie di Jean Pascal Galeotti

Meduse nel mare di Nizza, fotografie di Jean Pascal Galeotti

Il nostro Jean Pascal Galeotti, con la propria macchina fotografica, era a caccia di fotografie per il contest di Montecarlonewstargate 06” e, in acqua, proprio di fronte alla Promenade des Anglais, ha colto alcune meduse con lunghi filamenti.

Ha inviato le istantanee per la rubrica di fotografie dei nostri lettori, ma oltre che belle immagini, costituiscono anche una notizia ed un’informazione importante per quanti, in queste giornate finalmente di sole, affrontano l’acqua del mare per i primi bagni. Di qui la decisione della redazione di pubblicarle al di fuori della rubrica.

Per il momento non sono tantissime, se ne vedono qua e là, nell’acqua che in questi giorni varia tra i 17 e i 18 gradi temperatura. Finché si vedono il problema non c’è, la questione si complica quando, invece di vederle, “si sentono”: allora sono dolori.

Per la verità ormai tutti sanno cosa bisogna fare. Niente acqua corrente, usare una carta di credito o una carta dei supermercati per “raschiare” la parte colpita dalla medusa, lavare poi con acqua di mare e spalmare una pomata ad hoc e, per il dolore, assumere un antidolorifico come il paracetamolo.

E’ un fenomeno destinato a durare pochi giorni, poi i flussi si sposteranno in altre zone.

Il periodo di presenza delle meduse nei mari della Costa Azzurra, normalmente, è nel mese di agosto, si tratta quindi di …un anticipo di stagione.  

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium