/ Altre notizie

Altre notizie | 17 giugno 2019, 08:00

Che figuraccia!

Maxi sequestri alla “Foire Outlet” di Nizza: capi contraffatti, firme false. Le Douanes hanno sequestrato un migliaio di oggetti. L’ira di Estrosi

Foto di archivio

Foto di archivio

La pubblicità e il sito ufficiale annunciavano, per lo scorso week end, una fenomenale “Foire Outlet” che avrebbe offerto l’opportunità di acquistare capi firmati, scarpe di marca, oggetti di marca, scontati fino all’80%.

In molti si sono recati ed hanno assistito ad uno spettacolo nello spettacolo: gli agenti delle “Douanes”, la Guardia di Finanza francese, hanno deciso di vederci chiaro e si sono recati per due giorni, certo non graditi ospiti, a fare il loro lavoro in mezzo agli stand.

Risultato: centinaia di oggetti contraffatti sono stati sequestrati ed avviati, come prevede la legge francese, alla distruzione.

I numeri dei sequestri fanno veramente effetto:

  • 142 false magliette,
  • 175 pantaloni,
  • 329 falsi Givenchy,
  • 935 tra auricolari e cuffie Airpod,
  • 500 gusci per  Iphone,
  • 500 paia di scarpe “firmate” Nike e Adidas 
  • un centinaio di articoli della telefonia.

Una vera strage che ha fatto montare su tutte le furie l’amministrazione comunale di Nizza col Sindaco Christian Estrosi che ha annunciato “ dopo aver constatato che numerosi prodotti contraffatti sono stati posti in vendita alla  Foire Outlet che si sta svolgendo a Nizza, ho depositato una segnalazione al Procuratore della Repubblica e ho chiesto alle Douanes e al Prefetto di intervenire”.

Sicuramente da questa vicenda, irrispettosa e truffaldina, deriverà un giro di vite destinato ad estendersi anche ad altri settori, con un occhio di riguardo a quanto viene proposto, a volte anche in pompa magna, al pubblico.  

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium