/ Altre notizie

Altre notizie | 25 giugno 2019, 07:00

Stop alle inciviltà: interventi “duri” a Nizza

Li ha annunciati il Sindaco. Le inciviltà costano 6 milioni all’anno

Una sedia sulla Promenade des Anglais

Una sedia sulla Promenade des Anglais

La fattura che Nizza paga ogni anno per rimediare alle inciviltà è salata: 6 milioni di euro.
Una spesa che potrebbe essere riservata ad interventi ben più virtuosi, solo si potesse mettere rimedio a comportamenti incivili, da quelli di poca entità a quelli rilevanti, che vengono commessi in città.

Non si tratta di un fatto locale: la Francia sostiene, per la medesima ragione, una spesa enorme, di svariati milioni di euro.

Cifre enormi che hanno fatto saltare la mosca al naso, almeno a Nizza, dove è stato deciso di avviare interventi “forti” per andare a colpire le inciviltà e cercare di ridurre di  molto le spese ingiustificate che producono.

La strada che la città ha imboccato è stata delineata da Christian Estrosi: misure forti, sicuramente “benedette” da quanti non riescono a sedersi sulle sedie blu perché danneggiate o fanno lo zig zag a causa delle deiezioni canine, convivono con mozziconi di sigaretta, non possono utilizzare gli scivoli per le carrozzine perché occupati da vetture parcheggiate irregolarmente o assistono impotenti all’abbandono di rifiuti ingombranti quando esiste un servizio gratuito che li ritira…basta telefonare.

Così 150 agenti della Police Municipale saranno impegnati in città in modo fattivo per cercare di colpire, anche pesantemente, quanti commettono atti incivili.

L’abbandono di rifiuti potrà produrre una multa fino a 1.500 euro, mentre saranno salate le ammende per chi non “rimedia” alle deiezioni del cane o getta mozziconi di sigaretta per strada o sulle spiagge.

Queste le misure annunciate dal Sindaco Christian Estrosi:

  • Rafforzamento delle azioni di pulizia grazie anche alle iniziative dei cittadini con l'aiuto di associazioni e abitanti;
  • Finanziamento della patente di guida per i giovani in cambio del loro impegno nella lotta contro le inciviltà;
  • Potenziamento della comunicazione;
  • Lancio dell'applicazione Allô Mairie che consente ai cittadini  di informare il comune sulle inciviltà riscontrate in città;
  • Controlli sui parcheggi dei veicoli, lotta contro le doppie file o il parcheggio sui marciapiedi. Grazie a un'applicazione, i veicoli che infrangono le norme sulla sosta potranno essere geolocalizzati per consentire un intervento sollecito.
  • Iniziative per ottenere modifiche alle norme legislative per aumentare la lotta nei confronti dei recidivi: per esempio per un deposito selvaggio o per il rumore.
  • Iniziative per ottenere la modifica del quadro legislativo per aumentare la repressione nei confronti dei recidivi nel campo dei depositi selvaggi o del rumore;
  • Ampliamento degli interventi per violazioni alle norme sull’'ambiente;
  • Operazioni di “richiamo all’ordine” da parte della polizia contro coloro che, sanzionati, continueranno a sporcare o danneggiare gli spazi aperti al pubblico;
  • Creazione di una unità "Task Force" comunale dedicata alla lotta contro le inciviltà e il danno all'ambiente di vita che riunisce tutti i servizi interessati;
  • Revisione dell’ordinanza che  regola il settore  dei rifiuti e le misure di pulizia e salubrità.




Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium