/ Eventi

Eventi | 18 luglio 2019, 19:00

Nice Jazz Festival: il programma di domani, venerdì 19 luglio

In Place Massena e al Théâtre de Verdure tante proposte musicali e artisti importanti

Jean-Luc Ponty

Jean-Luc Ponty

Il Nice Jazz Festival infiamma Nizza: la settantunesima edizione è tutta da vivere e da gustare. Tanti gli artisti, tante le proposte musicali e culturali.

Questo il programma di domani, venerdì 19 luglio

Scène Massena

José James Celebrates Bill Withers
Soul, Jazz o Hip Hop, José James naviga tra generi con facilità dall'inizio della sua carriera. Il suo ultimo album, Lean On Me, è un vibrante omaggio al suo idolo di sempre, il grande Bill Withers. Un incontro che Bill Withers definisce al tempo stesso sconvolgente e stimolante.  
Lovely Day, Lean on Me, Ain’t No Sunshine, Just the Two
Of Us, sono solo alcuni dei titoli delle musiche che continueranno a stupirci.

Hocus Pocus
Con C2C, Hocus Pocus è uno dei gruppi che ha contribuito al lancio di Nantes fin dall’inizio degli anni 2000. Dopo 3 album di successo e un lungo periodo di assenza, il gruppo si è ricostituito in previsione degli spettacoli estivi. L’occasione per rivisitare un repertorio di classici che hanno emozionato negli ultimi decenni.

Ibrahim Maalouf Invite Haïdouti Orkestar
Dopo aver composto la colonna sonora del film The Cow, Ibrahim Maalouf riparte con l'Haïdouti Orkestar per nuove esperienze tra i Balcani e l'Oriente.
Per celebrare i dieci anni del loro incontro, Ibrahim Maalouf, invita l’Haidouti Orkestar in una tournée estiva, un invito a un viaggio e alla celebrazione del nomadismo. Musiche diverse saranno proposte sul palco di Nizza


Théâtre De Verdure

Fred Nardin Trio
Co-fondatore della Amazing Keystone Big Band, Fred Nardin è ovunque. Con Or Bareket e Leon Parker rinnova l'esperienza del trio dopo l’uscita del suo primo album, Opening, mentre per uscire Look Ahead, un secondo disco con eccezionali melodie e splendidi arrangiamenti.

The Jazz Messengers Legacy
Ralph Peterson, Brian Lynch, Bobby Watson, Geoff Keezer, Essiet Essiet e Bill Pierce
Difficile valutare il vero valore dell'eredità di Art Blakey in quanto è immenso nella storia del jazz. Lascia dopo di sé album e molti discepoli, Jazz Messengers che continuano a perpetuare la sua tradizione. Quest'anno, per il centenario della sua nascita, la crème de la crème dei musicisti americani si incontrerà sul palco del Nice Jazz Festival per un tributo unico, guidato da Ralph Peterson.

Jean-Luc Ponty Atlantic Years Quintet

Tra il 1975 e il 1985, Jean-Luc Ponty con Atlantic Records, diede vita ad un prolifico ciclo di registrazioni che andò da Upon The Wings of Music a Fables e che concentrò una gran parte dei suoi dischi più famosi. Sul palco, colui che è considerato l'inventore del “violon jazz moderne”, riproporrà i pezzi più iconici di quell'epoca con audaci esperimenti sonori.




Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium