/ Business

Business | 13 luglio 2019, 11:40

I primi effetti del Decreto Dignità sulla Serie A

Dalla metà di luglio scorso è entrato in vigore il Decreto Dignità che ha creato non pochi dissapori tra i club di Serie A e non solo

I primi effetti del Decreto Dignità sulla Serie A

Dalla metà di luglio scorso è entrato in vigore il Decreto Dignità che ha creato non pochi dissapori tra i club di Serie A e non solo. Il provvedimento prevede il divieto per gli operatori del gioco d'azzardo e delle scommesse sportive di attuare sponsorizzazioni con club sportivi e soprattutto pubblicizzarsi con spot TV o eventi. Naturalmente il decreto non interviene sulla legalità stessa del gioco d’azzardo e delle scommesse sportive.

Quali effetti ha avuto sulle squadre di Serie A?

Attualmente non sono ancora state rese note le ripercussioni che abbia avuto l’impatto del Decreto Dignità sul mercato pubblicitario radio televisivo ed anche dei siti e portali Internet, mentre si contano i danni subiti dai club delle squadre di Serie A. Si stima infatti, che il provvedimento abbia privato le casse delle società sportive per un valore pari a 35 milioni di euro, di mancati introiti derivanti dalla sponsorizzazione con aziende legate al mondo del gambling e del betting. 

Roma e Lazio: le squadre più penalizzate

Tra le squadre più penalizzate da questa nuova normativa c'è sicuramente la Lazio che aveva come main sponsor Marathon Bet, un’azienda del settore con un accordo di partnership stimato intorno ai 4.5 milioni di euro. A seguito del decreto, questa società ha poi ripiegato in Spagna andando a siglare un accordo con il  Siviglia della Liga. Stessa sorte è toccata alla Roma che aveva un accordo di sponsorizzazione con Betway per circa 4 milioni di euro e che, negli anni successivi avrebbe portato nelle casse della società fino a 15.5 milioni di euro. Stesso discorso anche per alcune squadre del campionato cadetto che avevano degli sponsor del settore del betting e che sono riuscite a ripiegare sull'automotive.


ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium