/ Altre notizie

Altre notizie | 15 settembre 2019, 07:00

Trecentocinquanta associazioni, un unico, grande cuore!

Ieri e oggi, sul Quai des Etats Unis, lungo la Promenade du Paillon e al Jardin Albert Ier migliaia di volontari aiutano a conoscere le tante attività a favore del prossimo

Nice fête sa rentrée, edizione 2019

Nice fête sa rentrée, edizione 2019

Nizza non è solo una delle capitali mondiali del turismo, una città attenta alla moda e alle tendenze di quanti, a centinaia di migliaia, vi giungono da ogni parte del mondo.

Nizza non è solo una città che si sta preparando al futuro dando spazio alla tecnologia e alla ricerca.

Nizza non è solo la città inclusiva che ha saputo far fronte alla tragedia dell’attentato con la forza d’animo di una popolazione che ha guardato avanti senza isterismi e senza radicalismi.

Nizza è soprattutto una città nella quale vivono centinaia di migliaia di persone, mezzo milione nella Métropole, che amano, soffrono, gioiscono, piangono, s’impegnano, hanno hobby, si occupano degli altri.

Trecentocinquanta stand, trecentocinquanta testimonianze di cosa sia la capitale della Costa Azzurra, lungo la Promenade du Paillon, il Jardin Albert Ier e il Quai des Etats Unis lo testimoniano.

Trecentocinquanta associazioni di volontari che si occupano un po’ di tutto, dallo sport all’assistenza, dal collezionismo alla musica, alla danza, al teatro.

Tanto spazio agli anziani ed ai giovani, tanto spazio ai bisogni e soprattutto una grande passerella per migliaia di persone che, da volontari, si danno da fare per gli altri.

Ieri e oggi  muoversi fra gli stand dà la dimensione del polso e del cuore della città, della sua capacità di essere vicina ai bisogni dei cittadini, grazie all’attività di altri cittadini.

Trecentocinquanta associazioni, ma un unico, grande cuore!

Al fondo di questo articolo una rassegna fotografica.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium