/ Ambiente

Ambiente | 29 ottobre 2019, 07:00

Impianti di compostaggio anche nei condomini di Nizza

Lo ha deciso il Consiglio Metropolitano:ç nessun costo aggiuntivo. L’utilizzo del derivato sarà destinato al giardino condominiale o agli spazi pubblici circostanti

Nizza vista da Cimiez

Nizza vista da Cimiez

Anche nei tanti condomini di Nizza si potranno riciclare i rifiuti “umidi”, dalle bucce al caffè ai gusci d’uovo.

Lo ha deciso il Consiglio Metropolitano ed è una delle misure contenute nel Plan Climat per cercare di diminuire il volume dei rifiuti.

Saranno gli amministratori condominiali a gestire direttamente il sistema di compostaggio che sarà collettivo e che avrà quale sbocco naturale l’utilizzo del derivato nel giardino condominiale o negli spazi pubblici circostanti.

Le comproprietà che intendono aderire, se autogestite, dovranno individuare un referente che si faccia carico dell’impianto, mentre saranno i Syndic a provvede in quelli che sono gestiti da loro.

In questo caso il servizio di compostaggio dovrà preventivamente essere deliberato dall’Assemblea Generale e non avrà alcun costo.

Sarà la Métropole a farsi carico di tutte le spese.

Una misura che ha avuto il plauso da parte delle associazioni ecologiche che vedono in questo provvedimento un valido tentativo di coinvolgere direttamente tante famiglie e soprattutto le giovani generazioni in un’impresa destinata al riciclo dei rifiuti ed alla diminuzione del loro volume avviato alla discarica.


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium