/ Business

Business | 14 novembre 2019, 07:26

Automazioni industriali: gli accessori per la rilevazione della temperatura

Anche i rilevamenti delle temperature, oggigiorno, vengono affidati alle automazioni industriali. Per effettuarli, è necessario dotarsi di alcuni strumenti specifici, come le termocoppie

Automazioni industriali: gli accessori per la rilevazione della temperatura

I sistemi di produzione industriale sono ormai dotati di un numero sempre maggiore di automazioni, che consentono di gestire i processi riducendo gli interventi manuali dei lavoratori. Anche i rilevamenti delle temperature, oggigiorno, vengono affidati alle automazioni industriali. Per effettuarli, è necessario dotarsi di alcuni strumenti specifici, come le termocoppie, che funzionano sfruttando l’effetto di Seebeck tramite appositi sensori.

Le termocoppie sono strumenti altamente versatili, economici, facili da leggere e resistenti. Per questo motivo essere vengono impiegate negli ambiti industriali più diversi, da quelli siderurgici a quelli chimici, passando per quelli alimentari.

Acquistare termocoppie online: RS Components

Sempre più spesso gli acquisti, anche in ambito professionale, vengono effettuati online. Non sorprende allora, che anche strumenti per la rilevazione della temperatura siano disponibili presso i migliori rivenditori del settore. Ad esempio, è possibile trovare una vasta gamma di termocoppie su questo sito: si tratta di RS Components, che da oltre 80 anni è al servizio di lavoratori e privati nella vendita di componenti elettrici ed elettronici, così come di accessori e utensili.

Sul sito dell’azienda è possibile trovare strumentazioni di altissima qualità, dei migliori brand mondiali, proposti a prezzi competitivi e che verranno consegnati in tempi compresi tra le 24 e 48 ore.

Tipologie di termocoppie disponibili su RS Components

Su RS Components è possibile trovare una vasta gamma di apparecchiature, perfette per ogni situazione. Valutarne la caratteristiche permetterà di scegliere il miglior tipo di termocoppia da impiegare. Innanzitutto, è fondamentale sapere che questi strumenti si differenziano per la tipologia di materiale che le costituisce. Generalmente possono essere in nichel, in acciaio inossidabile oppure in rame, oltre che essere sottoposte a isolamento minerale. In quest’ultimo caso, il filo della termocoppia è ancora più protetto da eventuali danni ambientali e si scongiura così il pericolo di interferenze elettriche. Un’altra differenziazione è determinata dalla diversa lunghezza che può avere la sonda.

Le diverse tipologie di termocoppie si identificano attraverso diverse lettere dell’alfabeto. I tipi più frequentemente utilizzati tra quelli disponibili sul mercato sono quelle J, K e T.

Le termocoppie di tipo K sono in alluminio. Sono le più diffuse e possono misurare temperature comprese tra i -200 °C e i 1260 °C. Quelle di tipo J sono in ferro e in rame-nichel: sono leggermente meno diffuse delle K, ma ugualmente dotate di una grande sensibilità ed economiche. Si adattano a temperature comprese tra 0°C e 816°C. Sono meno diffuse delle precedenti, poco costose ma dotate di una grande sensibilità. Ci sono, infine, le termocoppie di tipo T, in rame.

Altri tipi di termocoppie meno richieste sul mercato e disponibili su RS Components sono:

  • Tipo E: si caratterizzano per un’elevata sensibilità, aspetto che le rende perfette anche in condizioni di basse temperature;

  • Tipo N: rappresentano un’ottima soluzione per rilevare temperature elevate, sono un’evoluzione del tipo K e costituiscono una soluzione piuttosto economica;

  • Tipo B: funzionano perfettamente fino ad un tetto massimo di 1800 °C;

  • Tipo S: possono misurare fino ai 1600 °C e sono molto impiegate per calibrare la fusione dell’oro;


Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium