/ Ambiente

Ambiente | 24 novembre 2019, 07:00

Vigilance da Rouge ad Orange

Aggiornamento - La città e la Métropole poste in allerta orange per le forti piogge. Le misure adottate. La situazione è difficile, attivato il “plan ORSEC”

Le immagini della situazione "viste" al centro di videosorveglianza di Nizza

Le immagini della situazione "viste" al centro di videosorveglianza di Nizza

Sono le video camere che raccontano, alla cellula di emergenza, nell’ufficio della polizia dalle parti di Liberation, una situazione che le condizioni meteo rendono ogni minuto di più difficile.

Le sirene sono suonate e la popolazione è stata avvertita della pericolosità del momento e del fatto che la città, dopo il bollettino di Meteo France, era passata dalla vigilanza orange a quella rossa.

Da quel momento a Cadam, all’ovest della città, non lontano dal Var che fa paura, il Prefetto ha assunto la gestione dell’emergenza sulla base del plan ORSEC che lo prevede espressamente e che viene attivato quando l’allerta diventa rosso.
Nizza e la Métropole di “vigilances” ne annoverano più di una:

  • Rossa per le piogge e le inondazioni in atto;
  • Arancione per il rischio valanghe nell’arrière pays;
  • Arancione per le onde del mare;
  • Arancione per i temporali e le bombe d’acqua.

Così le misure adottate sono state puntuali:

  • I negozianti invitati a chiudere le proprie attività;
  • Spiagge e sentieri del litorale chiusi;
  • Manifestazioni e concerti annullati;
  • Parchi e giardini chiusi;
  • Promenade des Anglais e carreggiata sud chiuse;
  • Passerella Verany sul Paillon chiusa;
  • Aeroporto chiuso;
  • Pénétrante chiusa;
  • Strada RM 99 chiusa tra CADAM e l’aeroporto;
  • Tunnel Liautaud chiuso.

Inoltre, nel territorio della Métropole

  • Chiuse le RM 6202 bis e RM97 (accesso a Isola 2000)

I servizi tecnici della Ville de Nice sono inoltre al lavoro a seguito della caduta di numerosi alberi e delle frane, anche di non grande dimensione, segnalate i numerose aree del territorio metropolitano.

Al momento, nella sola città di Nizza, sono state mobilitate oltre 300 persone per i servizi di emergenza:

  • 20 agenti al Poste de commandement communal
  • 150 agenti della Police municipale
  • 150 agents della Propreté

Gli uffici pubblici sono chiusi, ad eccezione di quelli direttamente interessati alla gestione della crisi e di quelli che si occupano dell’assistenza delle persone.
Il centro El Nouzah che offre ospitalità alle persone senza fissa dimora é aperto e funziona in collaborazione anche con la Croce Rossa.

Infine l’appello lanciato dal Sindaco di Nizza Christian Estrosi: restare in casa, non intasare le strade, non uscire con l’automobile.

Attenzione anche ai parcheggi sotterranei nei condomini che potrebbero essere oggetto di allagamento anche con l’acqua che merge dal sottosuolo.

La temperatura, questa mattina, domenica 24 novembre, è intorno ai 12 gradi e la pioggia dovrebbe continuare a scendere per tutta la giornata, sia pure con intensità minore, così da consentire di retrocedere la vigilance per le piogge da rossa ad arancione.

Nel pomeriggio di domani il sole dovrebbe illuminare un territorio pesantemente colpito dalle piogge che hanno fatto, di questo mese di novembre, uno dei più piovosi in assoluto.

Aggiornamento delle 7,30 del 24 novembre

Questa mattina (domenica 24 novembre) alle 7 la vigilance, relativamente alle piogge, é scesa al livello orange e alle 10 scenderà ulteriormente a gialla.

Sempre alle 7 la vigilance per quanto concerne le onde é scesa a gialla.

I tre corsi d’acqua (Var, Paillon e Magnan) sono sotto controllo e il volume di acqua è diminuendo.

Buone notizie da parte della Ligne 2 del tram che non è mai stata sospesa, nemmeno nel momento di maggior difficoltà e che ha svolto un ruolo essenziale nell’assicurare (con le strade chiuse o inondate) la mobilità  nel centro cittadino.

Al momento risultano impegnati 500 dipendenti del comune di Nizza e della Métropole, gli interventi fino ad ora sono stati 115.


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium