/ Altre notizie

Altre notizie | 28 novembre 2019, 18:45

Per la cantina Terre del Barolo un autunno importante tra vendemmia e lavori a nuova cantina e enoteca

Il bilancio sulla vendemmia 2019 e i lavori della nuova cantina.

Per la cantina Terre del Barolo un autunno importante tra vendemmia e lavori a nuova cantina e enoteca

La Cantina Terre del Barolo continua il suo impegno su più fronti anche nella parte finale del 2019: il bilancio sulla vendemmia 2019 e i lavori della nuova cantina.

Il giudizio del direttore Stefano Pesci è positivo: «E’ stata un’annata in cui le condizioni climatiche hanno riportato il ciclo vegetativo delle varietà coltivate sulle nostre colline nei tempi che sono normali per la nostra zona. La vendemmia è iniziata da metà settembre con il Dolcetto e si è conclusa a fine ottobre con il Nebbiolo nelle zone con altitudine più elevata. Le quantità raccolte sono state inferiori alle attese, un pò come avvenuto nel resto d’Italia, ma ciò ha favorito la qualità, che si è espressa soprattutto nelle nostre “punte di diamante”: i grandi cru ed i vigneti storici della zona del Barolo, quali i Cannubi a Barolo, Rocche dell’Annunziata a la Morra, Villero a Castiglione Falletto, Bussia a Monforte che hanno davvero avuto espressioni straordinarie».

Il presidente Paolo Boffa si sofferma sui lavori per la cantina e la nuova enoteca: «Pensiamo già alla vendemmia 2020 che assume un’importanza ancora maggiore perché la nuova bottaia e l’enoteca saranno pronte per la prossima estate. Un passo importante per la Cantina Terre del Barolo che crede sempre di più nel territorio e nel vino come mezzo per conoscere la cultura e la tradizione delle Langhe. Invito fin d’ora tutti a venire a trovarci per vivere con noi le novità che proporremo nei nuovi locali, per far vivere agli appassionati di vino una nuova esperienza».

Il tecnico agrario Martina Tarditi riassume così l’annata in vigna: «Un 2019 caratterizzato da eventi eccezionali ed imprevisti, ma che alla fine ha permesso di raccogliere uve per una buona annata. Dopo i primi mesi invernali dal clima asciutto, scarse nevicate e temperature miti fino a marzo, abbiamo vissuto una primavera con buone precipitazioni e temperature contenute. Nei primi sei mesi le viti, dopo un anticipo nel ciclo vegetativo, sono tornate ad una crescita eterogenea tra le varietà. L’estate dalle temperature elevate ma normali per il periodo, con piogge sporadiche, ha mantenuto su tempi classici la crescita dei grappoli, a differenza degli ultimi anni. In seguito le temperature in rialzo e il tempo asciutto hanno portato avanti la maturazione delle uve che in raccolta sono risultate sane, con bucce consistenti, ma in quantità contenuta. Le uve provenienti dalle migliori esposizioni si sono distinte con basi di ciò che potrà essere definita, nonostante gli eventi eccezionali e imprevisti, una buona annata».

L’enologo Daniele Ponzo fa il punto sull’annata: «In cantina la vendemmia ha fatto rivivere stagionalità e tempistiche tipiche di un tempo. E’ partita ad inizio settembre con le basi spumante andando fino a fine ottobre con il Barolo. La quantità di vino prodotta è stata inferiore del 13% circa, che però si è tradotta in una qualità decisamente buona per tutti i nostri prodotti.
I tempi passati rivivono anche nei nostri vini: Dolcetti molto classici, con alcool moderato, ma carichi di colori e con sentori fruttati intensi ed intriganti. I Bianchi portano dalla vigna quadri organolettici affascinati e freschi, molto piacevoli. Le Barbere spiccano per fresche, acidità, colore e potenziali evolutivi notevoli. I Nebbioli sono la sintesi dell’eleganza e nobiltà di questo vitigno, non eccessivi nell’alcool ma con colori intensi e dalla trama fitta con strutture tanniche ampie e vellutate. La vendemmia in totale è durata 63 giorni con le vinificazioni finite nella prima settimana di novembre
».

Cantina Terre del Barolo Via Alba-Barolo 8, 12060 Castiglione Falletto (CN)

Tel. +39 0173/262053 www.terredelbarolo.com #terredelbarolo


Informazione pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium