/ Altre notizie

Altre notizie | 13 dicembre 2019, 07:00

Sicurezza innanzi tutto, fanno la loro comparsa a Nizza le bornes d’appel d’urgence

Saranno una quindicina entro fine anno. Ogni cittadini potrà attivarne e mettersi in contatto immediato con i servizi di polizia

Una bornes d’appel d’urgence

Una bornes d’appel d’urgence

Nuovo passo in avanti della città di Nizza sulla strada della sicurezza.
Dopo le 3 mila video camere poste in tutta la città e 150 camera che sono state installate su tutti i vagoni delle tre linee tramviarie, dopo l’attivazione dell’applicazione per smartphone Allo Mairie, fanno ora la comparsa una quindicina di colonnine di allarme poste in luoghi con particolare mobilità.

Si tratta di “bornes d’appel d’urgence” che ogni cittadino potrà attivare semplicemente schiacciando per due volte consecutive un bottone.

Si troverà così, praticamente in tempo reale, in contatto con la polizia, mentre si attiveranno i servizi di geolocalizzazione oltre alle video camere poste nelle vicinanze così da consentire all’agente di turno di rendersi conto della situazione.

Oltre al video si attiverà anche il servizio fonico così da consentire di comunicare direttamente con la polizia.

La prima “borne” è stata posta in Avenue Jean Médecin angolo Rue d'Italie, ma entro fine 2019 altre quattordici troveranno posto  nei seguenti luoghi:

  • Parvis Gare Thiers
  • Place Masséna,
  • Angolo J. Médecin/Victor Hugo,
  • Place Garibaldi,
  • Quai des Etats-Unis,
  • Promenade des Anglais/Esplanade Cotta,
  • Place du Général de Gaulle,
  • Place du Palais de Justice.

Unico avvertimento: non utilizzarle per giocare qualche scherzo. Si rischiano fino a due anni di carcere e un’ammenda di 30 mila euro.


Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium