/ Ambiente

Ambiente | 09 gennaio 2020, 07:00

Solo carburanti poveri di zolfo: aria nuova al porto di Nizza

L’iniziativa, in accordo con Corsica Ferries, illustrata da Estrosi oggi pomeriggio. Dal 18 gennaio i traghetti utilizzeranno carburanti con un contenuto di zolfo limitato allo 0,1%

Porto di Nizza

Porto di Nizza

Su iniziativa della Métropole Nice Côte d’Azur e con il supporto di Corsica Ferries, i traghetti che effettuano scalo nel porto di Nizza utilizzeranno, a partire dal 18 gennaio, carburante contenente solo lo 0,1% di zolfo.

L’iniziativa che rientra tra quelle di salvaguardia dell’ambiente e soprattutto di un quartiere a rischio quale è quello del porto, verrà illustrata questo pomeriggio nel corso di una conferenza stampa indetta dal sindaco di Nizza Christian Estrosi.

Dopo la creazione di colonnine per il collegamento elettrico degli yacht alla banchina, l'installazione di sensori di qualità dell'aria e la fluidizzazione del traffico automobilistico, le navi che attraccheranno al porto di Nizza dal 18 gennaio 2020 useranno un combustibile per uso marittimo con un contenuto di zolfo limitato allo 0,1%. Questo requisito va oltre le nuove normative internazionali che fissano il livello di zolfo allo 0,5%.

Una misura di vasta portata, fortemente voluta da Christian Estrosi e supportata da Pierre Mattei, Amministratore delegato di Corsica Ferries, che renderà il porto di Nizza un porto pionieristico sulla costa del Mediterraneo nella lotta contro le emissioni atmosferiche legate alle attività marittime.

Il passaggio a un combustibile a zolfo molto basso non solo riduce l'inquinamento atmosferico e garantisce la qualità della vita degli abitanti del quartiere, ma preserva anche l'attività economica del porto.

Già pienamente impegnata nella transizione energetica, Corsica Ferries persegue i suoi obiettivi a favore dell'ambiente: riduzione del numero di viaggi, ottimizzazione della velocità, riduzione dei tempi di sosta.
La società sta inoltre investendo in nuovi carburanti marini.

Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium