/ Business

Business | 24 gennaio 2020, 09:00

Il "Monaco Economic Board" punta su Regno Unito, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera

Più di 350 attori economici presenziarono durante il primo appuntamento degli "Aderenti dell'Anno" che si svolse per la prima volta all'One Monte-Carlo. Guillaume Rose ha reso nota l'agenda 2020 e ha avviato un nuovo sondaggio presso questi aderenti.

Il "Monaco Economic Board" punta su Regno Unito, Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera

Tra le dorature della Stanza delle Arti, fedele riproduzione della Stanza "d'Apparat" dell'ex Sporting Invernale, si sono riuniti i membri della MEB. Una bellissima opportunità di scoprire il centro congressuale integrato al nuovo rione One Monte-Carlo. 

Questo primo evento dell'anno è l'occasione per il Direttore Generale Esecutivo Guillaume Rose di varare una grande indagine attuata presso 540 società aderenti collo slogan : "Il MEB vi ascolta". Quest'importante inchiesta è composta di domande aperte e di questionari più ampi. Gli scopi dell'investigazione sono di dare la parola ai membri per poter mettere in risalto i punti di miglioramento rispetto alle azioni proposte, nonché raccogliere le aspettative (nuovi tipi di operazioni, nuove destinazioni, etc...), e poi così convalidare gli obiettivi del gruppo. I risultato verranno annunciati a marzo durante la prossima assemblea generale. 

Come di consueto, Guillaume Rose ha presentato l'agenda 2020, ricca di lavori all'estero, propiziato dal formidabile supporto della rete diplomatica e consolare del Principato. Durante il primo semestre saranno organizzate missioni economiche a Novossibirsk (Russia), col contributo dei "Ballets de Monte-Carlo", dal 19 al 21 febbraio, e poi a Versailles, i 30 e 31 marzo. Dopo, sarà proprio in Italia che si esporteranno i lavori monegaschi, di preciso a Roma e Firenze, i 26 e 27 maggio, col "Club des Ambassadeurs di Monaco". Le altre mete sono il Montenegro, San Pietroburgo, Antibes e Budapest. Ma non sono dimenticate le altre città, che saranno interessate a fine anno. Tra esse, ci saranno Milano, Toronto, Montréal, Tokyo ed Amsterdam. Per quanto riguarda l'Esposizione Universale di Dubai, il MEB intende recarcisi più volte, con viaggi mirati, in base ai settori di attività. 

Per la promozione economica, in collaborazione con l'AMAF, il Regno Unito, Il Belgio, Il Lussemburgo, I Paesi Bassi e la Svizzera rimarranno le destinazione privilegiate. 

Era anche presente il "Yacht Club Monaco", che ha confermato le grande puntate del 2020, con avvenimenti nel Principato stesso, così come a Singapore o Dubai. 

Dopo le presentazioni, si è svolto un bellissimo interludio musicale animato dai musicisti locali. 

Gianni Covino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium