Altre notizie - 11 febbraio 2020, 19:00

Nizza: la Comunità Europea finanzia un progetto sulla sicurezza

L’obiettivo é far fronte all’impatto sociale delle attività criminali quali la delinquenza minorile, la radicalizzazione, il traffico e la criminalità organizzata

Auto della Police Municipale nel Vieux Nice

Auto della Police Municipale nel Vieux Nice

La città di Nizza ha ottenuto un finanziamento europeo di 191.937 euro per realizzare un progetto per rafforzare la sicurezza urbana

Il progetto europeo ICARUS, guidato da un consorzio di cui fa parte la città di Nizza, è stato selezionato dalla Commissione Europea: la sua attuazione inizierà il 1 ° giugno e durerà quattro anni.

Il progetto ICARUS mira a promuovere il lavoro congiunto e la condivisione di buone pratiche e strumenti innovativi per aiutare le città a prevenire e far fronte agli impatti sociali delle attività criminali nazionali e transnazionali come la delinquenza minorile, la radicalizzazione, il traffico e la criminalità organizzata, nonché tutte le problematiche che interessano gli spazi pubblici.

Nell'ambito di questo progetto, le comunità partner confronteranno le loro risposte alla lotta alla criminalità e svilupperanno insieme un progetto per rafforzare l'approccio alla sicurezza urbana e per fornire a quanti si occupano della sicurezza locale gli strumenti e le metodologie più efficaci.

I sei comuni che hanno ottenuto il finanziamento testeranno quindi il progetto sul campo.

Il consorzio ICARUS, coordinato dal Forum europeo per la sicurezza urbana (EFUS), riunisce le città e le polizie urbane di Nizza (che coordina l'agenda europea sulla sicurezza urbana), Rotterdam (Paesi Bassi), Stoccarda (Germania), Riga (Lettonia), Lisbona (Portogallo), Università di Leeds (Regno Unito), Salisburgo (Austria), Salford (Germania), Panteion (Grecia), Miguel-Hernández (Spagna), l'Istituto Idiap e le associazioni Makesense, Loba ed Eurocircle in Francia.

Questo finanziamento è la logica prosecuzione delle attività svolte nell'ambito del progetto europeo PRACTICIES "Partenariato contro la radicalizzazione violenta nelle città", di cui la città di Nizza e la Métropole sono partner e che si concluderà nell'aprile 2020.





Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

SU