/ Altre notizie

Altre notizie | 15 febbraio 2020, 08:00

“Così cambierà il Palais des Expositions”: sale, laboratori e museo del Carnevale e Palais des Sports per eventi indoor”

Presentato dal sindaco di Nizza il progetto della ristrutturazione della Fiera di Nizza, posta al termine del prolungamento della Promenade du Paillon. Costo 50 milioni di euro

Palais des Expositions come era in origine

Palais des Expositions come era in origine

Il prossimo Consiglio Municipale, quello che uscirà dalle urne che si apriranno a marzo a Nizza, sarà chiamato a pronunciarsi su un progetto di grande portata.

Quello di “prolungare” la Promenade du Paillon fino all’attuale Palais des Expositions (salvaguardando il solo MAMAC con la sottostante biblioteca Nucéra) che dovrebbe, a sua volta, subire profonde modifiche.

Ma cosa prevede il progetto che Christian Estrosi ha lanciato in questa campagna elettorale relativamente al palazzo che ospita la Fiera di Nizza?

L’obiettivo è quello di disporre di più sale modulari, una delle quali di dimensioni equivalenti all’attuale Salle Apollon, intervenendo profondamente su un fabbricato costruito a cavallo degli anni ’50 e ’60 dello scorso secolo e che presenta una superficie di 17 mila metri quadrarti con, ai due lati altrettanti hotel che ne hanno modificato la facciata originaria.

Occorre prendere atto, per comprendere la base dalla quale parte l’idea di intervenire sul Palais des Expositions, del fatto che è in fase di realizzazione, all’Ovest della città, alle Grand Arénas un nuovo e moderno Palais des Congrès et Parc des Expositions.

La ristrutturazione dell’attuale Fiera di Nizza prevede anche la riqualificazione dell’attuale grande parcheggio (che ospita circhi e Luna Park) che si trova sull’ dell'Esplanade De Lattre de Tassigny.

Il Progetto
Il “nuovo” Palais des Expositions presenterà le seguenti caratteristiche:

  • Una grande sala modulare con duemila posti a sedere che consentirà di mantenere una grande sala nel centro della città e di offrire attrezzature modulari che possono essere adattate a diversi eventi culturali e sportivi (dal "Palais des Sports" per ospitare eventi sportivi indoor, alla configurazione per dare spazio a delle mostre).
  • Un auditorium / teatro da 800 a 900 posti che si andrà a sommare con quella che verrà realizzata, nel Vieux Nice, in Place Saint François, nel complesso dove verrà trasferito il Teatro Nazionale.
  • I nuovi laboratori del Carnevale che riuniranno in un unico complesso le attali officine dove si realizzano i carri carnevaleschi che sono ospitate in diversi punti della città (Rue du Docteur Richelmi, Boulevard Vérany e Halles Spada).
  • La creazione del museo del Carnevale che consentirà di preservare per tutto l’anno la tradizione carnevalesca della città che diventerà si un elemento di conservazione e di documentazione della “storia” del carnevale, anche con finalità di promozione turistica.


I tempi per la realizzazione

I lavori potrebbero partire nel 2022 quando sarà disponibile il complesso espositivo e congressuale delle Grand Arénas. Da quella data i lavori dovrebbero protrarsi per circa due anni ed essere ultimati nel 2024.

Contemporaneamente partiranno anche gli interventi di trasformazione in parco dell’'Esplanade De Lattre de Tassigny.

La Fiera di Nizza e le giostre troveranno sistemazione alle Grand Arénas.


I costi e i finanziamenti
Il costo complessivo dell’intervento è stimato in 50 milioni di euro

  • Oltre 8,5 milioni di euro sono già stati già impegnati dalla città di Nizza per degli interventi di consolidamento del Palais des Expositions. Questi interventi andranno a beneficio delle installazioni future.
  • Lo spostamento dei carnavaliers consentirà di vendere i locali attualmente occupati, con un gettito stimato tra 15 milioni e 18 milioni di euro.
  • Lo Stato, attraverso il Ministero della Cultura, la Regione e la Comunità Europea, oltre al Dipartimento delle Alpi Marittime, assicureranno contributi stimati nel 30%, del costo dell'investimento, cioè 16,5 milioni.
  • La città si farà carico dei finanziamenti aggiuntivi, per circa 15 milioni di euro.





Beppe Tassone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium