/ Fashion

Fashion | 24 febbraio 2020, 17:00

L’esploratrice “BB” Brigitte Bardot alla scoperta di borghi, fra l’Umbria e la Costa Azzurra

I lettori conosceranno certamente la storia del legame fra “BB” e Saint Tropez, iniziato tanti anni fa sul set del film di Vadim Et Dieu... créa la femme

L’esploratrice “BB” Brigitte Bardot alla scoperta di borghi, fra l’Umbria e la Costa Azzurra

Brigitte Bardot: attrice, icona sexy del cinema internazionale ed… esploratrice.

I lettori conosceranno certamente la storia del legame fra “BB” e Saint Tropez, iniziato tanti anni fa sul set del film di Vadim Et Dieu... créa la femme. Sul set era al fianco di Jean Louis Trintignant e di Curd Jurgens. Fuori dal set in un anonimo borgo di pescatori…

Già, un paesino il cui nome deriverebbe da San Torpete, un cortigiano di Nerone che quest’ultimo fece decapitare per punirne la conversione al cristianesimo.

Il cadavere, lasciato alla deriva nel Mare Tirreno, giungerà proprio nel borgo.

 Una località su un mare azzurro ed incontaminato… Il cui passato non è sempre stato roseo.  Nell’VIII Secolo, infatti, i Saraceni vi fondarono uno scalo (per scorrerie) nella vicina Fraxinetum. Ciò ne causò un veloce abbandono da parte degli abitanti.

Solo nel XVI Secolo i coloni liguri lo ripopolarono, portando con sé quelle tradizioni culturali e gastronomiche del Bel Paese ancor oggi percepibili nell’architettura, nella lingua, nella cucina da Nizza a Saint Tropez.

Poi, nel ’56, arrivò “BB”… che senza volerlo anticipò i tempi. Ben prima di Instagram e di Facebook, quando ancora trendy era un termine sconosciuto ai più, la predilezione per quel tratto di Costa Azzurra fece sì che di lì a poco media, vip e opinione pubblica la identificassero come meta del jet set internazionale.

 

Nel decennio a cavallo fra il Rock and Roll e le prime sonorità beat, a 800 km da Saint Tropez, nel cuore dell’Umbria, l’antico ducato longobardo di Spoleto è alla terza edizione del suo Festival dei Due Mondi. E’ l’agosto del 1961. Brigitte Bardot si trova a Spoleto proprio per il Festival. Non poteva ancora saperlo: di lì a poco vi avrebbe trascorso alcuni mesi insieme a Marcello Mastroianni, per le riprese della pellicola Vie privée di Louis Malle ambientato nella cittadina umbra.

E’ caldo e il mare non è proprio dietro l’angolo: un’ora e mezza per arrivare al Tirreno, quasi due ore per l’Adriatico. L’alternativa è Piediluco, un paesino di 500 anime sulle sponde dell’omonimo lago a cavallo fra le province di Terni e di Rieti.

Come Saint Tropez nei primi 50s non ha fama di località turistica. Sopravvive di agricoltura e di pesca, ma le acque limpide e la natura rigogliosa ne fanno il posto ideale per una giornata di relax e di svago. Specie per chi fugge riflettori e flash.

Brigitte si fa baciare dal sole con il suo iconico bikini, mentre un’obiettivo fissa su pellicola quel singolare momento. E’ un fotografo ternano ad immortalare “BB" a Piediluco, Enrico Valentini. 

C’è pure un footage d’epoca (che vi proponiamo) recentemente condiviso su YouTube. Suggestivo video-racconto del break sotto l’ombrellone della star di Et Dieu... créa la femme.

 

Brigitte Bardot - (Piediluco Lake 1961) (Rare film) https://www.youtube.com/watch?v=WGPCiLkc_7o

 

Pur molto meno noto (e frequentato!) della Costa Azzurra, anche Piediluco ha una storia antica: lucus starebbe “bosco sacro”. E laddove oggi si ergono le vestigia dell’antica rocca, in tempi ancor più ancestrali vi si svolgevano riti pagani. Al centro delle dispute fra Guelfi e Ghibellini, nel 1624 fece da sfondo agli esperimenti di Galileo Galilei sul principio di relatività.

Nell’Ottocento è stata una delle tappe del Grand Tour, il viaggio in Italia degli intellettuali, artisti ed aristocratici inglesi e tedeschi. Nel 1927 passa dall’essere comune a frazione del Comune di Terni. La prestigiosa guida “I borghi più belli d’Italia” lo ha inserito fra le 20 località più suggestive da visitare nel Bel Paese (https://borghipiubelliditalia.it/umbria/)

E Brigitte? Lo scopre per puro caso, forse nello stesso modo in cui ha scoperto (e si è innamorata) di Saint Tropez.

Di quella visita restano video, collezione del fotografo Valentini e un paio di scatti affissi nella hall di uno dei più vecchi alberghi del posto.

Non si ha notizia di un ritorno di “BB” sul “luogo del delitto” negli anni successivi al ’61, ma gli anziani del posto non hanno dimenticato. Si domandano, magari, se e quando la venere bionda tornerà sulle sponde di Piediluco.

 

Brigitte, tu che rispondi?

 

 

 

Marco Petrelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium