/ Altre notizie

Altre notizie | 24 marzo 2020, 13:00

Lavoratori italiani a Monaco fermati stanotte in Francia per il coprifuoco: alcuni sono anche stati multati

Richieste di intervento al Console Generale di Nizza, all'Ambasciatore a Monaco e al Ministero degli Esteri italiano

Lavoratori italiani a Monaco fermati stanotte in Francia per il coprifuoco: alcuni sono anche stati multati

Gravi problemi, ieri sera per i lavoratori italiani che rientravano dal Principato di Monaco. In molti, infatti, sono stati fermati in territorio francese perché non potevano circolare tra le 22 e le 5 del mattino. E’ stato spiegato dai poliziotti francesi che il loro caso non rientra in quelli derogabili previsti dalle disposizioni del governo transalpino. Alcuni lavoratori sono anche stati sanzionati ed avvisati che, da questa sera non possono più muoversi in quell’orario.

“E’ un problema grave per alcune categorie di lavoratori italiani impiegati nel principato di Monaco - ha detto in proposito il segretario del Fai, Roberto Parodi – perché ci sono ancora molte categorie che termina il turno tra le 22 e le 5 e chi lavora di notte. Tra questi chi lavora negli alberghi ancora aperti, chi lavora presso alcune famiglie del Principato e chi fa manutenzione notturna o sicurezza. In base alla legislazione di Monaco potrebbero circolare ma il problema sussiste in territorio francese”.

Il segretario del Fai ha così scritto immediatamente al Console italiano a Nizza, all’Ambasciatore italiano a Monaco ed alla Farnesina, affinchè intervengano presso la prefettura di Nizza, per risolvere un problema molto urgente, che coinvolge centinaia di lavoratori italiani.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium